OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

Cicerone:
(106 a.C. 43 a.C. )

"Le finanze pubbliche devono essere solide, il bilancio deve essere equilibrato, il debito pubblico deve essere ridotto, l'arroganza dell'amministrazione deve essere combattuta e controllata, e gli aiuti ai paesi stranieri devono essere ridotti affinché Roma non fallisca. Le persone devono ancora imparare a lavorare invece di vivere con l'assistenza pubblica. »


IL MEGLIO E' NEMICO DEL BENE!!

CHI STA AL POTERE PRENDE I GERMI DEL POTERE ( Massimo Giletti )

QUANTO E’ BELLA GIOVINEZZA CHE SI FUGGE, TUTTAVIA CHI VUOL ESSER LIETO SIA DI DOMAN NON V’è CERTEZZA

Donne e giovinetti amanti, viva Bacco e viva Amore! Ciascun suoni, balli e canti! Arda di dolcezza il core! Non fatica, non dolore!

Due strofe dal " trionfo di bacco ed arianna" di LORENZO de' medici


SE VUOI ASCOLTARE LE CANZONI E LE ROMANZE DI UNA VOLTA CLICCA SU



PROPOSTE DI CUCINA DAL WEB ( per conoscerle cliccaci su )


giovedì 30 luglio 2020


PESTO DI BASILICO

INGREDIENTI: BASILICO 150 GR. – MANDORLE SGUSCIATE: 50 GR. – PECORINO ROMANO: 50 GR. – OLIO EVO:MEZZO BICC HIERE DA VINO – OLIO DI GIRASOLE: MEZZO BICCHIERE DA VINO – SALE:QB. – AGLIO: UNO SPICCHIETTO

TEMPO: 15 MINUTI -  DIFFICOLTA’: SEMPLICE – DOSI:LIBERE

Questo pesto non ha nulla a che fare con quello genovese o alla genovese.
In un robot da cucina mettere le mandorle bianche sgusciate e frullarle per bene riducendole in microscopici granelli. Aggiungere ora le foglie di basilico e frullare fino ad avere una salsa piuttosto compatta. Aggiungere ora il formaggio e lo spicchio di aglio privato della sua anima e spremuto con l’apposito strumento. Frullare per bene. A questo punto versare dapprima l’olio evo e dopo una bella frullata quello di girasole. Regolare di sale. E tutto è fatto.
Con questo pesto si possono condire le TROFIE che ho preparato nel modo seguente modo con i seguenti ingredienti:

FAGIOLINI: 100 GR. – PATATE: 250 GR. – TROFIE: 250 GR. – FORMAGGIO GRANA: 70 GR.



In una pentola con acqua in ebollizione normalmente salata versare i fagiolini tagliati in due pezzetti. Dopo cinque o sei minuti aggiungere la patate ridotte in pezzi non troppo piccoli e cuocerle fin quando saranno cotte, ci vorranno dieci o dodici minuti. Togliere dalla pentola le verdure e metterle in una zuppiera. Condirle con poco pesto. Nell’acqua ancora in bollore versare le trofie e quando saranno cotte scolarle e metterle nella zuppiera con le verdure. Aggiungere un  mezzo mestolino di acqua di cottura e quattro cucchiaiate di pesto. Rimestare con delicatezza e cospargere il tutto con il formaggio grattugiato.
     VIVA L’ITALIA E LA RIVIERA LIGURE !!!

Nessun commento:

Posta un commento