OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

Cicerone:
(106 a.C. 43 a.C. )

"Le finanze pubbliche devono essere solide, il bilancio deve essere equilibrato, il debito pubblico deve essere ridotto, l'arroganza dell'amministrazione deve essere combattuta e controllata, e gli aiuti ai paesi stranieri devono essere ridotti affinché Roma non fallisca. Le persone devono ancora imparare a lavorare invece di vivere con l'assistenza pubblica. »


IL MEGLIO E' NEMICO DEL BENE!!

CHI STA AL POTERE PRENDE I GERMI DEL POTERE ( Massimo Giletti )

QUANTO E’ BELLA GIOVINEZZA CHE SI FUGGE, TUTTAVIA CHI VUOL ESSER LIETO SIA DI DOMAN NON V’è CERTEZZA

Donne e giovinetti amanti, viva Bacco e viva Amore! Ciascun suoni, balli e canti! Arda di dolcezza il core! Non fatica, non dolore!

Due strofe dal " trionfo di bacco ed arianna" di LORENZO de' medici


SE VUOI ASCOLTARE LE CANZONI E LE ROMANZE DI UNA VOLTA CLICCA SU



PROPOSTE DI CUCINA DAL WEB ( per conoscerle cliccaci su )


sabato 18 luglio 2020


POLPETTONE A MODO MIO

INGREDIENTI: CARNE TRITA MISTA: UN CHILO – UOVA: DUE – PROSCIUTTO COTTO: DUE FETTE LARGHE – ERBETTE O SPINACI: UN BEL MAZZETTO – FORMAGGIO GRANA: 100 GR. – UOVA SODE: QUATTRO O CINQUE – SALE E PEPE: QB.

TEMPO COMPLESSIVO: 60 MIN – DIFFICOLTA’: MEDIA – DOSI LIBERE

Questa ricetta si basa sulla manualità. In una zuppiera mettere la carne trita, le due uova intere, il formaggio grana grattugiato, il sale e, se gradito, il pepe. Impastare per bene. In un pentolino di acqua mettere le uova e farle diventare sode – 8 minuti dall’inizio del bollore, poi metterle a bagno in acqua fredda e sbucciarle. Nel frattempo cuocere la verdura, raffreddarla e strizzarla per bene.
Su un foglio di carta da forno stendere la carne trita lasciandola alta due cm, su questa stendere  le fette di prosciutto cotto, la verdura strizzata e ben distesa ,dopo di che mettere le uova sode una accanto all’altra. Ora arrotolare su se stessa la carne utilizzando il lembo inferiore della carta da forno delicatamente. Fare in modo che prenda la forma di un rotolo che si compatterà con la forza delle dita. Una volta che il cilindro si sia creato procedere accarezzandolo delicatamente in modo che non si apra. Continuare così come se si stesse creando una forma con l'argilla. Fare in modo che non vi siano crepe evidenti. Versare sul polpettone un filo di olio e massaggiarlo con grazia ancora una volta. Sollevare il polpettone con tutta la carta da forno, appoggiarlo su una teglia ed infornarlo a 160 gradi per una quarantina di minuti a forno ventilato. Una temperatura più alta rischierebbe di far aprire il polpettone. Quando si sarà formata una crosticina color nocciola, sfornare il polpettone e lasciarlo raffreddare appena un pò, dopo di che avvolgerlo in carta stagnola fino al momento in cui si dovrà affettare e servire. Ci vuole pazienza e tempo da dedicare alla preparazione, ma la goduria finale sarà impagabile.


Nessun commento:

Posta un commento