OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

Cicerone:
(106 a.C. 43 a.C. )

"Le finanze pubbliche devono essere solide, il bilancio deve essere equilibrato, il debito pubblico deve essere ridotto, l'arroganza dell'amministrazione deve essere combattuta e controllata, e gli aiuti ai paesi stranieri devono essere ridotti affinché Roma non fallisca. Le persone devono ancora imparare a lavorare invece di vivere con l'assistenza pubblica. »


IL MEGLIO E' NEMICO DEL BENE!!

CHI STA AL POTERE PRENDE I GERMI DEL POTERE ( Massimo Giletti )

QUANTO E’ BELLA GIOVINEZZA CHE SI FUGGE, TUTTAVIA CHI VUOL ESSER LIETO SIA DI DOMAN NON V’è CERTEZZA

Donne e giovinetti amanti, viva Bacco e viva Amore! Ciascun suoni, balli e canti! Arda di dolcezza il core! Non fatica, non dolore!

Due strofe dal " trionfo di bacco ed arianna" di LORENZO de' medici


SE VUOI ASCOLTARE LE CANZONI E LE ROMANZE DI UNA VOLTA CLICCA SU



PROPOSTE DI CUCINA DAL WEB ( per conoscerle cliccaci su )


martedì 21 luglio 2020

RELIGIOSI E LAICI
Di ieri è la notizia che il Santo Padre ha deciso o stia per decidere che, in mancanza di sacerdoti, matrimoni e battesimi e forse qualche altra funzione sia officiata da laici come diaconi o altre persone di provata fede e rettitudine. Bene, ma perché tutto questo? Credo per la strisciante scristianizzazione. La Francia è capostipite di questa realtà. Noi siamo leggermente più….” cristiani” per la presenza del Vaticano con tutte le alte gerarchie e la capillare presenza di parrocchie e parrocchiette. Da tanto tempo stigmatizzo la perdita della sacralità nelle funzioni religiose. I canti sacri sono espressione di compositori parrocchiani che vorrebbero emulare celeberrimi maestri compositori come Marco Frisina, ma con scarsissimi risultati. Non vedo la ragione di cambiare un canto liturgico, da tutti conosciuto sostituendolo con un altro del quale si conoscono soltanto le parole. I bimbi un tempo partecipavano alle funzioni in grande raccoglimento, certo qualche bimbetto o rideva o disturbava l’amichetto accanto, ma l’atmosfera era sacra e partecipativa. Ho visto e l’ho scritto in un altro post datato che i bimbi, guidati da catechisti e volontari cantano inni accompagnandoli con saltelli e battimani come se stessero partecipando ad una gara ginnica. La medicina ha fatto passi da gigante sottraendo al Padre Eterno il merito della impetrata guarigione. Il merito è tutto del primario! Ricordo che un primario in visita nelle corsie di un ospedale chiedeva o pretendeva che i malati togliessero le immagini sacre poste sui comodini o attaccate con lo scotch alla spalliera del letto perché diceva che se la guarigione fosse stata raggiunta il merito sarebbe stato del santo o della madonna, al contrario se la malattia non fosse stata debellata la colpa sarebbe stata del medico! Guerre, carestie e pestilenze inevitabilmente spingevano a chiedere con preghiere, fede ed insistenza la grazia direttamente al Signore o ad uno o più intercessori.
Meglio così che si vive in pace e non si sia costretti a chiedere il superiore intervento!!
Pestilenze a parte devo sottolineare anche le physique du rôle dei Papi che hanno preceduto Bergoglio, Papi che erano l’immagine della bontà come Giovanni Paolo I, Papa Luciani. Il nostro Papa attuale sembra più un sindacalista purtroppo regnante in un momento in cui scandali di ogni genere invadono e pervadono la Chiesa, scandali finanziari, affarismi di ogni genere, speculazioni immobiliari molto chiacchierate e tutto questo utilizzando l’obolo di San Pietro destinato alle offerte per i poveri e per opere di carità e misericordia. Nella dichiarazione dei redditi come si fa a destinare l’otto per mille alla chiesa cattolica pensando che tale obolo venga poi impiegato per l’acquisto di immobili a Londra?
Credo poi che il corona virus abbia assestato un micidiale uppercut alla partecipazione ai sacri riti come la Santa Messa. Non si poteva andare in chiesa e si poteva assistere alla Messa in casa davanti al televisore irradiata dalla RAI e da MEDIASET, visione e partecipazione essenziale senza canti strani e stonati e senza distrazioni ( a parte girare di tanto in tanto il sugo per le orecchiette ). Questa comodità ci spingerà sempre più al rapporto diretto con Dio graziandoci delle prediche lunghe e sconclusionate.
Si dice che i seminari sono leggermente “ vuoti “, che le vocazioni sono latitanti, che i giovani aspiranti sacerdoti scelgano questa via per problemi esistenziali anche se non si deve generalizzare.
Credo che proibire il matrimonio dei preti sia come assistere agli ultimi combattimenti dei giapponesi.
E’ pura retorica affermare che il prete debba conservarsi casto e puro ( quanto mai ?) e che di figli ne ha tanti quanto sia numeroso il gregge da guidare. La realtà è una e sconsolante. Preti pedofili che non sono tanti, ma anche uno solo scoperto se mai in  macchina con un bimbo o una bimba fa notizia e scandalo data la tipicità del pedofilo. La cronaca esibisce la cattiva notizia eclissando la buona ( e ce ne sono ) dandoci la percezione che tutto sia peccato e miseria. Occorre a mio modesto avviso una svolta epocale, persone buone di provata fede e di ottimi costumi non faranno certo sfigurare il buon sacerdote che accarezzando i propri figli sa bene come farlo con i bimbi a lui affidati. Ci vorrebbe un altro Papa, come Giovanni XXIII, un Papa che sia il parroco di tutti che saluti la folla con “ Dio sia lodato “ e non con buongiorno o buonasera! Chissà se farò in tempo a vedere queste svolte nella Chiesa di Dio altrimenti diventeremo tutti protestanti con un rapporto diretto con il Padre Eterno senza intermediari se mai occupati ad organizzare speculazioni edilizie !

Nessun commento:

Posta un commento