OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

Cicerone:
(106 a.C. 43 a.C. )

"Le finanze pubbliche devono essere solide, il bilancio deve essere equilibrato, il debito pubblico deve essere ridotto, l'arroganza dell'amministrazione deve essere combattuta e controllata, e gli aiuti ai paesi stranieri devono essere ridotti affinché Roma non fallisca. Le persone devono ancora imparare a lavorare invece di vivere con l'assistenza pubblica. »


IL MEGLIO E' NEMICO DEL BENE!!

CHI STA AL POTERE PRENDE I GERMI DEL POTERE ( Massimo Giletti )

QUANTO E’ BELLA GIOVINEZZA CHE SI FUGGE, TUTTAVIA CHI VUOL ESSER LIETO SIA DI DOMAN NON V’è CERTEZZA

Donne e giovinetti amanti, viva Bacco e viva Amore! Ciascun suoni, balli e canti! Arda di dolcezza il core! Non fatica, non dolore!

Due strofe dal " trionfo di bacco ed arianna" di LORENZO de' medici


SE VUOI ASCOLTARE LE CANZONI E LE ROMANZE DI UNA VOLTA CLICCA SU



PROPOSTE DI CUCINA DAL WEB ( per conoscerle cliccaci su )


lunedì 6 luglio 2020


LA FRASE SENZA CRITERIO
Mentre si contavano i morti che salivano in modo esponenziale giorno per giorno, molti nostri concittadini presero l’abitudine di cantare a squarciagola canzoni pop affacciati ai loro balconi o alle loro finestre. Dopo le canzoni a volte criticate venne la volta dell’Inno Nazionale e lo sventolio di bandiere italiane, alcune regalate unitamente all’acquisto di un quotidiano al quale erano allegate. Mentre sfilavano le bare si pensò bene di smettere di cantare e sperare soltanto che la pandemia volgesse al termine. Su queste macerie si pensò bene di rassicurare il prossimo scandendo a piena voce: TUTTO ANDRA’ BENE ! Io avrei detto, se proprio avessi avuto necessità di dire qualcosa, speriamo che tutto vada bene pandemia permettendo e più brevemente avrei detto SPERIAMO CHE TUTTO VADA BENE!. Sperare è un conto, avere certezza è un altro.
Mi viene in mente un riferimento al Giappone. Durante gli effetti devastanti del bombardamento atomico, alcuni giapponesi sommersi dalle macerie delle loro casette distrutte cantavano inni all’imperatore. Cantavano morendo ! Bisogna dire che allora l’imperatore nipponico era una divinità!
Detto questo la frase “ TUTTO ANDRA’ BENE “ è un modo di auto incoraggiarsi sperando che nel volgere di poco tempo il destino cinico e baro giri a nostro favore. E sia! Non capisco come mai Daniela, la madre dei bimbi uccisi dalla belva umana ( parlandone da vivo ) abbia potuto dire rivolgendosi alle bianche bare dei figli: «Vi abbraccio e vi dico che andrà tutto bene»
Spero che la frase dal sen fuggita sia stata pronunciata a causa del dolore immenso e nella percezione di una assurda speranza di ritorno alla vita normale assieme ai suoi bellissimi e sorridenti angioletti!

Nessun commento:

Posta un commento