OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

QUANTO E' BELLA GIOVINEZZA
CHE SI FUGGE, TUTTAVIA
CHI VUOL ESSER LIETO SIA
DI DOMAN NON V'è CERTEZZA

SEZIONE DEDICATA AL MIO DIARIO, SE VUOI CONSULTARLA CLICCA SU:

il mio diario ( PENSIERI IN LIBERTA' )

SE VUOI ASCOLTARE LE CANZONI E LE ROMANZE DI UNA VOLTA CLICCA SU

domenica 21 febbraio 2016

ABBIAMO FATTO UN ACCORDO  CHE RENDE L'UNIONE EUROPEA ANCORA PIU' FORTE E STABILE

Da che mondo è mondo quando si sottoscrivono accordi devono emergere i vantaggi e gli svantaggi che le parti contraenti ottengono. Ça vas sans dire che se le parti non conseguono benefici importanti compensati da concessioni equivalenti o peggio ancora quando i vantaggi sono tutti acquisiti da  una sola parte si determina qualcosa che è assai simile ad una capitolazione. Del resto la storia è piena di episodi di " ritirate strategiche "  che altro non erano che vere e proprie capitolazioni.
David Cameron è venuto in Europa ( lui forse pensa di appartenere al Centro America ) per negoziare la sua importante permanenza nell’Unione Europea. Vecchia è la barzelletta che a seguito di una fittissima nebbia nel Canale della Manica i giornali inglesi riportavano la notizia nei seguenti termini: nebbia fittissima nel Canale della Manica, isolata l’Europa!!!


I rappresentanti dei governi nazionali hanno, dopo estenuanti trattative, firmato un nuovo accordo con la “ perfida Albione “. Vediamo proprio quello che ha dichiarato il primo ministro inglese al termine dei lavori:




Nelle ultime ora ho negoziato un accordo per dare al Regno Unito uno status speciale all'interno dell'Unione Europea. Volerò a Londra stanotte e alle dieci del mattino di domani riferirò al Gabinetto.
La Gran Bretagna sarà permanente fuori da ogni unione più stretta. Non sarà mai parte di un super Stato europeo.
Abbiamo garantito ogni restrizione per l'accesso al nostro sistema di wellfare per i migranti.Mai più concessioni in cambio di niente.
La Gran Bretagna non farà mai parte dell'euro.
Abbiamo assicurato protezioni vitali per la nostra economia e salvato le regole del libero mercato unico mentre rimarremo fuori dall'euro.
Io credo che questo sia abbastanza per raccomandare che il Regno Unito rimanga nell'Unione Europea per avere il meglio di tutti e due questi mondi. Saremo in quella parte di Europa che funziona meglio per noi, influenzando quelle decisioni che ci riguardano al posto di guida del più grande mercato del mondo e con l'abilità di prendere azioni per rendere sicura la nostra gente e saremo fuori da quella parte di Europa che non lavora per noi; fuori dai confini aperti, fuori dal salvataggio degli Stati,fuori dall'euro e fuori dagli ambiti nei quali la Gran Bretagna non vuole avere niente a che fare.

Mi sembra anche che abbia escluso la partecipazione all'esercito europeo.

Questo è quello che ha portato a casa il Primo Ministro di Sua Maestà la Regina Elisabetta II, ora vediamo quello che - come controparte - abbiamo portato a casa noi:

Niente, assolutamente niente!!!!!!!!!!!

Abbiamo evitato che un Paese che era contemporaneamente dentro e fuori dall'Unione Europea non se ne andasse del tutto fuori innescando probabilmente un salutare effetto domino.

L'Italia è il Paese che dà all'Europa più di quanto riceve, è costretta  a fare compiti a casa prescritti dalla maestrina dalla penna rossa,non può aiutare come si dovrebbe la nostra economia per non sforare i vari demenziali parametri,deve aumentare le tasse per ridurre il debito che senza una partenza apprezzabile della nostra economia non potrà mai essere ridotto. In questo quadro i paesi a nord delle Alpi sguazzano nei loro irregolari surplus commerciali.
L'Unione Europea è un'accozzaglia di Stati che pensano esclusivamente ai propri interessi tirando sempre più la corta coperta dalla loro parte infischiandosene dei trattati, erigendo mura per contenere la migrazione di povera gente agevolati dalla relativa dimensione dei loro confini. Come mai potremmo noi Italia erigere mura lungo i settemila chilometri di coste?
David Cameron è tornato a casa sventolando l'accordo ( che per noi ha significato una debacle ) che tuttavia non eviterà una profondissima lacerazione del Paese in occasione del referendum per chiedere ai sudditi di Sua Maestà di restare o meno in Europa e non è detto che il Regno Unito non esca dall'Europa causando molto probabilmente l'esodo delle sue pregiate istituzioni finanziare verso la Germania che sempre più conterà e sempre più farà i propri interessi.
Il nostro Primo Ministro nel frattempo ha reso omaggio a Ventotene alla tomba di Altiero Spinelli il primo che ha immaginato un'Europa assai diversa da quella presente. Il riaffermare questi valori hanno gettato nello sconforto i partner europei ? Manco per niente! Forse non sanno nemmeno chi è stato Altiero Spinelli!


mercoledì 17 febbraio 2016

ATTACCO ALLE PENSIONI DI REVERSIBILITA'


Sino al 1995, quando moriva un lavoratore in attività o un pensionato, la vedova (o il vedovo) aveva diritto al 60% di quello che spettava (o sarebbe spettato) al defunto, indipendentemente dalla sua situazione economica.
Dal 1995 in poi le disposizioni di legge sono cambiate e il 60% della pensione del coniuge defunto diventa un sogno per pochi. Ecco come la quantità di denaro arriva al beneficiario:

se il coniuge superstite ha un reddito Irpef superiore a tre volte il trattamento minimo Inps (19.574 euro per il 2016) ha diritto al 75% della pensione di reversibilità che gli sarebbe spettata normalmente. Vale a dire il 75% del 60% cioè il 45% della precedente pensione;
Se il reddito Irpef è superiore a quattro volte il trattamento minimo Inps (26.099 euro, per il 2016) il taglio arriva al 40%. Vale a dire il 40% del 60% cioè il 35% della precedente pensione;
se il reddito Irpef è superiore a cinque volte il trattamento minimo Inps (32.623 euro per il 2016) il taglio arriva al 50% del 60%, cioè la pensione di reversibilità arriva al 30% della vecchia pensione.
In poche parole se la pensione lorda mensile è di 2.500 euro per 13 mensilità al coniuge superstite partendo da  1.500 euro lordi ( 60% di 2.500 euro ) arriverebbero in tasca 750 euro lordi per 13 mensilità.
Il ceto medio continuamente sotto assedio dovrebbe chiedere l’intervento delle Nazioni Unite o probabilmente cominciare a vivere rosicchiando i mattoni della propria abitazione partendo ovviamente da quelli meno indispensabili per mantenere in piedi la struttura del caseggiato.
Per difendermi dall’attacco in preparazione dall’attuale capo del governo mi sono recato da mia moglie e le ho detto:
-         Cara ti devo parlare.
-          Dimmi amore.
-      Sai il governo sta mettendo mani alle pensioni di reversibilità e probabilmente  alla mia morte ti spetterebbe una vera e propria miseria che difficilmente ti  permetterebbe di campare specialmente se i malanni della vecchiaia, e non solo  quelli, ti costringerebbero a ricorre a badanti o simili assistenti.
-         Ebbene ?
-         Allora avrei pensato ad una soluzione per sottrarci ai danni che provocherebbe  la legge che si pensa di modificare.
-         Quali, amor mio?
-         Cara non ti resta che morire al più presto!
-         Scusa , ma non sarebbe meglio che morisse l’attuale governo?
-      Certo cara, ma tutti i deputati e senatori con tutta la pletora di consulenti sono così attaccati alla sedia, meglio chiamarla poltrona, che di tornarsene a casa proprio non ne vogliono nemmeno sentir parlare. Non ti resta quindi di provvedere alla bisogna, cioè, tirare le cuoia e buona notte!
-        Ok, per il momento soprassediamo, quando sarà varata la legge l’approfondiremo sperando di capire esattamente cosa contiene e poi ne riparleremo.
-        Bene cara sono contento che approvi la strategia così lo metteremo in quel posto a questi lestofanti.



lunedì 15 febbraio 2016

LE PUBBLICITA' INVITANTI.....MA


Da un po’ di tempo mia moglie ed io  per cena abbiamo  optato per una pastina in brodo vegetale, fatto da me con tutti gli ingredienti naturali e sani: cipolla, carota, sedano, pomodoro, finocchio, zucchina ed una cimetta di rosmarino. Una delizia sana e profumata oltre che di bell’aspetto.
Recentemente ho visto in televisione la pubblicità del brodo STAR, questa che vedete qui di seguito:


La bimba che osannava il brodo di pollo aveva una faccia.....di circostanza!


Bellissime verdure ottima carne abbondante ed invitante, veramente un po’ eccessiva per farne del brodo, ma melius abundare quam deficere !
Spinto dal desiderio di gustarlo, specialmente quando all’improvviso veniva a mancare il mio brodo vegetale, ho comperato un paio di  confezioni di brodo Star di manzo. L’ho provato e devo dire che non mi era sembrato cattivo, anzi risultava migliore di quello che si ottiene con i dadi da brodo di carne.
Oggi ho voluto fare un piccolissimo rifornimento della prelibatezza della Star e, spinto dalla curiosità, ho voluto controllarne la composizione. Sono rimasto sconcertato dalla percentuale dei componenti. Eccola:
ACQUA                                come se piovesse
PORRO                                 0,9%
POMODORO                       0,01%
CAROTE                               0,01%
SALE, AROMA NATURALE, ESTRATTO DI LIEVITO, ( pensavano di fare una pizza ?) CONTIENE LATTE ( erano partiti per fare un cappuccino?)
ESTRATTO DI CARNE       0,07%
CARNE DI MANZO           0,04%
COLORANTE : CARAMELLO SEMPLICE
AROMA NATURALE DI SEDANO ( ai mercati generali non ve ne era più ?)
OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA. PUO’ CONTENERE TRACCE DI UOVO!!


Percentuali assolutamente risibili e per nulla collegabili alle immagini ed al messaggio pubblicitario.
Si dice che può contenere latte, forse perché hanno usato le mammelle della mucca ancora piene di latte e per quanto riguarda le tracce di uovo posso pensare che qualche gallina ci abbia rimesso le penne! Come si dice? Tutto fa brodo !
Probabilmente si tratta di un brodo omeopatico.  Samuel Hahnemann, inventore della omeopatia prevedeva la diluizione centesimale degli elementi riconducibili al paziente. Ad esempio se al paziente veniva correlato l’elemento zolfo si prendeva un grammo di zolfo e lo si immetteva in un litro di acqua. Si prelevava una goccia di questo liquido e si immetteva in un altro litro di acqua. Si prelevava  ancora un goccia di questo liquido e la si immetteva in un litro di acqua e così via fino ad arrivare alla diluizione centesimale prevista. Alla fine dello zolfo nell’ultima diluizione vi era solo il ricordo.
Così nel nostro brodo vi sono solo i ricordi degli elementi.
Credo che non mi farò mancare il mio brodo vegetale e qualche volta che desidero farne uno di carne userò 500 grammi di manzo adatto al brodo. Superlativi sono i tagli noce e scamone !