OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

Cicerone:
(106 a.C. 43 a.C. )

"Le finanze pubbliche devono essere solide, il bilancio deve essere equilibrato, il debito pubblico deve essere ridotto, l'arroganza dell'amministrazione deve essere combattuta e controllata, e gli aiuti ai paesi stranieri devono essere ridotti affinché Roma non fallisca. Le persone devono ancora imparare a lavorare invece di vivere con l'assistenza pubblica. »


IL MEGLIO E' NEMICO DEL BENE!!

CHI STA AL POTERE PRENDE I GERMI DEL POTERE ( Massimo Giletti )

QUANTO E’ BELLA GIOVINEZZA CHE SI FUGGE, TUTTAVIA CHI VUOL ESSER LIETO SIA DI DOMAN NON V’è CERTEZZA

Donne e giovinetti amanti, viva Bacco e viva Amore! Ciascun suoni, balli e canti! Arda di dolcezza il core! Non fatica, non dolore!

Due strofe dal " trionfo di bacco ed arianna" di LORENZO de' medici


SE VUOI ASCOLTARE LE CANZONI E LE ROMANZE DI UNA VOLTA CLICCA SU



PROPOSTE DI CUCINA DAL WEB ( per conoscerle cliccaci su )


mercoledì 10 giugno 2020


PEPERONI IN AGRODOLCE ALLA SICILIANA


INGREDIENTI: UN PEPERONE GIALLO ED UNO ROSSO MEDIO GRANDI: 750 GR. – CIPOLLA BIANCA:750 GR. – OLIO EVO: MEZZO BICCHIERE DA VINO – ACETO DI MELE: UN BICCHIERE DA VINO SCARSO – QUALCHE FOGLIOLINA DI MENTA E ALTRETTANTO DI BASILICO – PAN GRATTATO: 100 GR. – SALE: UN CUCCHIAIO COLMO – ZUCCHERO: DUE CUCCHIAI – MANDORLE SGUSCIATE: 25

Affettare la cipolla per il verso della larghezza. In una capace casseruola versare l’olio e subito dopo la cipolla e cominciare a rosolarla a fuoco moderato. Nel frattempo eliminare la testa, i semi ed i filamenti interni dei peperoni. Ricavarne i quarti e ridurli in striscioline da aggiungere alle cipolle che si stanno cuocendo. Rimestare spesso ed aggiungere mezzo bicchiere di acqua. Nel frattempo tostare brevemente le mandorle ed aggiungerle ai peperoni. Come dicono in Toscana: tappare la casseruola!! Cuocere sempre a fuoco moderato. Dopo quindici minuti aggiungere il sale e dopo altri dieci il bicchiere di aceto. Appena l’aceto sarà evaporato aggiungere lo zucchero. Non perdetevi d’animo e continuata a cuocere! A questo punto scoperchiate definitivamente in modo da far rassodare la preparazione. Aggiungere le foglioline di menta ed il basilico rotto con le mani e non con il coltello. Raggiunta la consistenza desiderata spegnere il fuoco e versare sui peperoni un pò del pangrattato a pioggia. Lasciare intiepidire. Nel frattempo tostare in un padellino con un filo di olio il residuo pangrattato.
Versare i peperoni in un recipiente pareggiandoli e cospargendoli con il pangrattato tostato.
Io li mangerei anche appena sveglio!!


Nessun commento:

Posta un commento