OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

Cicerone:
(106 a.C. 43 a.C. )

"Le finanze pubbliche devono essere solide, il bilancio deve essere equilibrato, il debito pubblico deve essere ridotto, l'arroganza dell'amministrazione deve essere combattuta e controllata, e gli aiuti ai paesi stranieri devono essere ridotti affinché Roma non fallisca. Le persone devono ancora imparare a lavorare invece di vivere con l'assistenza pubblica. »


QUANTO E’ BELLA GIOVINEZZA CHE SI FUGGE, TUTTAVIA CHI VUOL ESSER LIETO SIA DI DOMAN NON V’è CERTEZZA

Donne e giovinetti amanti, viva Bacco e viva Amore! Ciascun suoni, balli e canti! Arda di dolcezza il core! Non fatica, non dolore!

Due strofe dal " trionfo di bacco ed arianna" di LORENZO de' medici



IL ""MIO DIARIO"" SI E' TRASFERITO ALTROVE

SE VUOI ASCOLTARE LE CANZONI E LE ROMANZE DI UNA VOLTA CLICCA SU

mercoledì 6 novembre 2019


RAGU’ DEL RINGRAZIAMENTO !!!

INGREDIENTI: LONZA DI MAIALE: 350 GR. – POLPA DI VITELLONE: 350 GR. – CONCENTRATO DI POMODORO MUTTI: UN TUBETTO – PASSATA DI POMODORO MUTTI: DUE BOTTIGLIE DA 750 GR – CIPOLLA: UNA MEDIA – AGLIO: UNO SPICCHIO DI QUALITA’ ROSSA – FUNGHI CARDOCELLI: 300 GR. – VINO BIANCO SECCO: UN BICCHIERE – SEMI DI ANICE: UN PIZZICO – SEMI DI FINOCCHIETTO: UN PIZZICO- FORMAGGIO PECORINO: 30 GR. – PANCETTA FRESCA: QUATTRO STRISCE DA 25 GR. CAD.- PAPRICA PICCANTE: UN PIZZICO – OLIO EVO: MEZZO BICCHIERE DA VINO – PEPERONCINO PICCANTE: UNO.

TEMPO: 150 MIN.  -  DIFFICOLTA’: FACILE -  DOSI: IMPRECISATE

PREAMBOLO: il 28 novembre si celebra il Thanksgiving Day negli USA e nel Canada. Noi siamo in Italia e non rendiamo grazie. Questo in genere, ma io ho ben donde per ringraziare. Devo ringraziare Daniele che mi ha portato dal solatio Abruzzo una fiammante chitarra per spaghetti appunto “ alla chitarra “ e per la quale non ha voluto essere rimborsato.Ho pensato che il modo migliore per rendergli grazie sarebbe stato quello di utilizzare lo strumento senza frapporre indugi. Ho realizzato un ragù proprio per solennizzare l’evento. Ecco la ricetta!
Tagliare i pezzi interi di carne con un apposito coltello da est ad ovest senza separarle e successivamente da nord a sud in modo da ottenere una fetta di carne piuttosto larga. ( cosa questa che non si può ottenere utilizzando le fette di lonza già pronte , mentre è possibile con quelle di vitellone o manzo ). Porre le fette su un tagliere, salarle, aggiungere un pizzico di paprica piccante, una spolverata di pecorino, qualche pezzetto di aglio, adagiarvi una o due strisce di pancetta fresca ed il prezzemolo non tritato. Avvolgere l’involtino su se stesso e fermarlo con dello spago da cucina.
In una padella anti aderente mettere l’olio, la cipolla tritata, lo spicchio di aglio, due strisce di pancetta fresca ed il peperoncino cominciando la cottura a fuoco moderato. Quando la cipolla sarà leggermente appassita aggiungere gli involtini continuando la cottura a fuoco leggermente più alto. Quando gli involtini saranno rosolati sfumare con vino bianco, aggiungere i funghi cardoncelli ed il pizzico di semi di anice e finocchietto. Successivamente aggiungere il concentrato di pomodoro. Dopo tre o quattro minuti versare la passata di pomodoro diluita con l’acqua utilizzata per pulire le bottiglie. ( mezza bottiglia di acqua calda ). Salare moderatamente.
Continuare la cottura per un paio di ore ancora a fuoco moderatissimo e con coperchio rimestando spesso.
Con questa salsa si condiscono spaghetti alla chitarra, orecchiette bucatini al ferro, tutti di pasta fresca!.

Nessun commento:

Posta un commento