OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

Cicerone:
(106 a.C. 43 a.C. )

"Le finanze pubbliche devono essere solide, il bilancio deve essere equilibrato, il debito pubblico deve essere ridotto, l'arroganza dell'amministrazione deve essere combattuta e controllata, e gli aiuti ai paesi stranieri devono essere ridotti affinché Roma non fallisca. Le persone devono ancora imparare a lavorare invece di vivere con l'assistenza pubblica. »


QUANTO E’ BELLA GIOVINEZZA CHE SI FUGGE, TUTTAVIA CHI VUOL ESSER LIETO SIA DI DOMAN NON V’è CERTEZZA

Donne e giovinetti amanti, viva Bacco e viva Amore! Ciascun suoni, balli e canti! Arda di dolcezza il core! Non fatica, non dolore!

Due strofe dal " trionfo di bacco ed arianna" di LORENZO de' medici



SEZIONE DEDICATA AL MIO DIARIO, SE VUOI CONSULTARLA CLICCA SU:

il mio diario ( PENSIERI IN LIBERTA' )

SE VUOI ASCOLTARE LE CANZONI E LE ROMANZE DI UNA VOLTA CLICCA SU

giovedì 26 settembre 2019

EUTANASIA, UN PO' SI' ED UN PO' NO!


Ieri la Consulta ha emanato una sentenza decretando la non punibilità di chi agevola il suicidio assistito nei casi simili a quello di DJ Fabo  che venne aiutato da Marco Cappato a porre fine ai suoi dolorosissimi e disperati giorni. Certamente non è il via libera all’eutanasia sic et simpliciter, ma certamente é un passo avanti per lenire le sofferenze di molti disperati!
Già nel 2008 scrissi qualcosa sul caso della povera Eluana Englaro per la quale la Corte di Cassazione autorizzò la soppressione attraverso un compromesso assolutamente….fastidioso!
I medici dissero che Eluana non era per nulla cosciente, che non soffriva e non avrebbe sofferto allorquando, trasportata in una struttura in Friuli, sarebbe stata affamata ed assetata fino alla sua morte.
Se i medici erano così sicuri della totale assenza di ogni sofferenza e cognizione percettiva da parte della povera Eluana, avrebbero dovuto cortesemente spiegare perchè veniva sospesa ogni alimentazione mantenendo solo l'idratazione della pelle e delle mucose? Forse avevano anche loro dei dubbi! Se la povera Eluana non avvertiva nulla perché preservarle soltanto l’idratazione delle mucose e della pelle?
Si decise quindi di mandare al Creatore Eluana in una modalità assai discutibile. Non sarebbe stato meglio somministrarle in sequenza le tre dosi mortali che si usano per i condannati a morte negli Stati Uniti d'America?
La domanda che pongo è questa: una volta stabilita la sorte della povera Eluana, è  stato meglio vederla morire in una decina di giorni oppure saperla passata a miglior vita in sette minuti?
Il legislatore pensa bene di salvare capra e cavoli; un colpo al cerchio ed uno alla botte!
Vi è già la possibilità di praticare al paziente senza speranza e molto sofferente una sedazione profonda e continua fino alla sua fine, non  vedo perché farne una discussione filosofica-religiosa!
In verità la Consulta ha sentenziato la non punibilità di chi agevola il suicidio di una persona di per se stessa condannata irreversibilmente ed in subordine ha voluto aiutare anche i malati che versano in queste disperate condizioni.
La CEI si è indispettita per la sentenza della Consulta rimarcando il principio della sacralità della vita dall’embrione alla naturale conclusione  a prescindere dalle patologie pre natali ed alle disperate giornate che precedono la fine. In poche parole! à la guerre comme à la guerre! Siamo nelle mani di Dio e vada come deve andare! Non sono per nulla d’accordo. Recita un versetto della Bibbia: “non cade foglia che Dio non voglia”. Anche le opere dei medici, degli scienziati sono opere di Dio e se loro hanno studiato, hanno fatto progressi nella scienza per alleviare le sofferenze dell’umanità, è bene ringraziare loro e Dio per il sollievo arrecato alle terribili sofferenze regalando infine una morte dignitosa e serena.
Non vedo di che possa lagnarsi la Chiesa. Il Parlamento, speriamo presto, promulgherà  leggi adeguate alle quali far ricorso  liberamente e senza alcuna costrizione da chi ne avrà diritto. I credenti praticanti o meno sceglieranno il modo con cui lasciare questo mondo, gli altri faranno altrettanto e chi vorrà offrire le proprie sofferenze per il bene dell’umanità…. e per i bisogni della Santa Chiesa sarà libero di farlo, sarà compreso, sarà ammirato per il suo stoicismo e per la sua fede. Quando Dio vorrà saprò scegliere per il meglio e, sin da ora sono consapevole che il meglio sarà ( se necessario ) una di sedazione continua e profonda non prima di aver salutato ed abbracciato i miei cari e di aver gridato con le residue mie energie “ FORZA FOGGIA “ !!

Nessun commento:

Posta un commento