OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

QUANTO E' BELLA GIOVINEZZA
CHE SI FUGGE, TUTTAVIA
CHI VUOL ESSER LIETO SIA
DI DOMAN NON V'è CERTEZZA

SEZIONE DEDICATA AL MIO DIARIO, SE VUOI CONSULTARLA CLICCA SU:

il mio diario ( PENSIERI IN LIBERTA' )

SE VUOI ASCOLTARE LE CANZONI E LE ROMANZE DI UNA VOLTA CLICCA SU

mercoledì 31 ottobre 2018

MINESTRA DI CAVOLFIORE E TRIPPA

 “ DANIELE “





INGREDIENTI: TRIPPA:650 GR. – CAVOLFIORE: 1 KGR. – SEDANO, CAROTA E CIPOLLA: 250 GR. CAD. – PASTA TIPO CAVATELLI SECCHI:150 GR. – OLIO EVO: MEZZO BICCHIERE DA VINO – PREZZEMOLO: UN CUCCHIAIO TRITATO AL MOMENTO – FORMAGGIO GRANA O PARMIGIANO: 100 GR. – POLPA DI POMODORO: UNA SCATOLA DA 400 GR. – SALE E PEPE: QB. -  BASILICO: UN CIUFFETTO

TEMPO: 90 MINUTI  -  DIFFICOLTA’ – FACILE – DOSI PER 6/7 PERSONE

Con metà degli odori fare un brodo vegetale ed appena giunge a bollore versarvi la trippa ridotta a listarelle evitando la qualità “ foiolo”. Cuocere per circa mezz’ora per togliere odori particolari.
In una padella anti aderente versare le cimette di cavolfiore e soffriggere nell’olio evo per venti minuti a fuoco moderato e rimestando spesso. Fare un tritato con gli odori residui e tenerlo da parte. Aggiungere sale e pepe. Quando le cimette saranno soffritte aggiungere tre bicchieri di acqua calda e continuare la cottura. Prima che l’acqua asciughi aggiungere metà trito di odori, rimestare e continuare la cottura sempre a fuoco moderato. Dopo una decina di minuti aggiungere la polpa di pomodoro. Nel frattempo in una padella anti aderente si saranno versati un filo di olio e gli odori soffriggendoli per cinque o sei minuti dopo di che si sarà aggiunta la trippa scolata dal brodo vegetale.






Ritornando alla padella con il cavolo verificare che non si sia asciugato troppo il prodotto, se mai aggiungere un bicchiere di acqua calda e successivamente la trippa. Altra operazione è quella di procurarsi dei cavatelli cotti in acqua normalmente salata per aggiungerli alla minestra in cottura. 


CAVATELLI

Aggiungere un ciuffo di basilico. Regolare di sale e pepe. Togliere dal fuoco e versarvi il parmigiano grattugiato.





Sarebbe stato opportuno aggiungere all’inizio del peperoncino piccante, ma non tutti i commensali l’avrebbero gradito cosicché un filo di olio….santo potrà essere versato direttamente nei piatti in tavola.

Nessun commento:

Posta un commento