OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

Cicerone:
(106 a.C. 43 a.C. )

"Le finanze pubbliche devono essere solide, il bilancio deve essere equilibrato, il debito pubblico deve essere ridotto, l'arroganza dell'amministrazione deve essere combattuta e controllata, e gli aiuti ai paesi stranieri devono essere ridotti affinché Roma non fallisca. Le persone devono ancora imparare a lavorare invece di vivere con l'assistenza pubblica. »


IL MEGLIO E' NEMICO DEL BENE!!

CHI STA AL POTERE PRENDE I GERMI DEL POTERE ( Massimo Giletti )

QUANTO E’ BELLA GIOVINEZZA CHE SI FUGGE, TUTTAVIA CHI VUOL ESSER LIETO SIA DI DOMAN NON V’è CERTEZZA

Donne e giovinetti amanti, viva Bacco e viva Amore! Ciascun suoni, balli e canti! Arda di dolcezza il core! Non fatica, non dolore!

Due strofe dal " trionfo di bacco ed arianna" di LORENZO de' medici


SE VUOI ASCOLTARE LE CANZONI E LE ROMANZE DI UNA VOLTA CLICCA SU



PROPOSTE DI CUCINA DAL WEB ( per conoscerle cliccaci su )


giovedì 18 ottobre 2018


Nel 1800, anno più anno meno, il poeta ravennate Olindo Guerrini (14 ottobre 1845, Forlì -  21 ottobre 1916, Bologna) scrisse un libro intitolato “ L'arte di utilizzare gli avanzi della mensa" Partendo dalla necessità di non sprecare nulla illustrando tantissime ricette allo scopo di dare al cibo avanzato una seconda chance. Oggi non mi sarei mai aspettato di dare ad un cibo avanzato in casa mia non una seconda, bensì una terza chance.
Avevo cotto delle puntine di maiale con patate e funghi cardarelli, famosi nella mia terra natia. Il giorno successivo avevo avanzate delle puntine con ancora buona parte della carne disponibile e con questa tritata finemente, unita alla trita di vitellone, pane ammollato in acqua, uovo, prezzemolo e parmigiano ho fatto delle polpette molto gustose. Ancora il giorno seguente ho voluto…risvegliare le polpette immergendole in una zuppa di fagioli cannellini con una spolverata di prezzemolo tritato fresco. Una delizia ! Ma le polpette non volevano proprio morire e mi guardavano supplici chiedendo una nuova vita. E perchè no? Allora ho dato vita alla seguente ricetta:


POLPETTE RIGENERATE PER LA TERZA 

VOLTA !

INGREDIENTI: FUNGHI ORECCHIETTE: 450 GR. – CIPOLLA BIANCA: UNA MEDIO-PICCOLA – CONCENTRATO DI POMODORO: UN CUCCHIAIO – OLIO EVO: MEZZO BICCHIERE DA VINO – SALE E PEPE:QB. –PREZZEMOLO: UN CUCCHIAIO - PATATA:UNA GRANDE - POLPETTE DI CUI SOPRA: QUELLE CHE HANNO RESISTITO AGLI EVENTI !

TEMPO 40 MINUTI  -  DIFFICOLTA’: FACILE  - DOSI PER 4 o 5 PERSONE

In una padella anti aderente versare l’olio e subito dopo i funghi tagliati grossolanamente. Rimestare. Cuocere a fuoco moderato. Dopo una decina di minuti aggiungere la cipolla bianca affettata finemente. Procedere nella cottura a fuoco moderato per una decina di minuti ancora. Regolare di sale e pepe. Nel caso aggiungere di tanto in tanto una tazzina da caffè di acqua calda. Quando il tutto sarà bene amalgamato e abbastanza brodoso aggiungere il concentrato di pomodoro, un pò di acqua calda per stemperarlo e la patata ridotta in cubetti. Continuare la cottura per una decina di minuti ed infine aggiungere le polpette prelevate dalla loro custodia con chicchi di fagioli ancora ben presenti. Cuocere sempre a fuoco moderato per 15 minuti rimestando delicatamente e spesso. Aggiungere un po’ di acqua calda in modo da avere un sughetto piuttosto liquido, ma non molto. Su tutto una spolverata di prezzemolo tritato finemente.

NB. Dopo aver gustato qualche polpetta ho visto che molte di loro si nascondevano alla vista per non essere riciclate per la quarta volta. La maggior parte di loro si sono poi lanciate tra le braccia di mia figlia che mi è venuta a trovare scegliendo ….l’esilio al disonore !!!

Nessun commento:

Posta un commento