OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

Cicerone:
(106 a.C. 43 a.C. )

"Le finanze pubbliche devono essere solide, il bilancio deve essere equilibrato, il debito pubblico deve essere ridotto, l'arroganza dell'amministrazione deve essere combattuta e controllata, e gli aiuti ai paesi stranieri devono essere ridotti affinché Roma non fallisca. Le persone devono ancora imparare a lavorare invece di vivere con l'assistenza pubblica. »


IL MEGLIO E' NEMICO DEL BENE!!


QUANTO E’ BELLA GIOVINEZZA CHE SI FUGGE, TUTTAVIA CHI VUOL ESSER LIETO SIA DI DOMAN NON V’è CERTEZZA

Donne e giovinetti amanti, viva Bacco e viva Amore! Ciascun suoni, balli e canti! Arda di dolcezza il core! Non fatica, non dolore!

Due strofe dal " trionfo di bacco ed arianna" di LORENZO de' medici



IL ""MIO DIARIO"" SI E' TRASFERITO ALTROVE

SE VUOI ASCOLTARE LE CANZONI E LE ROMANZE DI UNA VOLTA CLICCA SU

martedì 12 maggio 2020


QUARTO POSTERIORE DI POLLO AL FORNO
CON PATATE
INGREDIENTI: QUARTI POSTERIORI: TRE – PATATE: 750 GR. – PROSCIUTTO CRUDO E SALAME: 50 GR. – FORMAGGIO ASIAGO:50 GR. – SALAMOIA BOLOGNESE: UN CUCCHIAIO – OLIO EVO, ROSMARINO, SALE E PEPE: QB – MARGARINA O BURRO: UN CUCCHIAIO – VINO BIANCO SECCO: UN BICCHIERE.

TEMPO:90 MIN. – DIFFICOLTA’:MEDIA – DOSI PER TRE o QUATTRO PERSONE. 

Partiamo col disossare i quarti di pollo evitando di rompere la pelle esterna. Basta incidere lungo le ossa della coscia e della zampa, raschiarle ed eliminarle.
La salamoia bolognese è fatta con trito finissimo di aglio, rosmarino, salvia, sale, pepe e buccia di limone.
Appoggiare sul tagliere i quarti di pollo con la pelle rivolta in basso, salare leggermente la carne, aggiungere pochissima salamoia spandendola per bene, inserire anche il prosciutto ed il salame ridotti quasi in poltiglia ed il formaggio asiago in dadini. Arrotolare su se stesso il quarto di pollo e legarlo con lo spago da cucina in modo che non si sfaldi o che fuori esca il ripieno.
Pelare le patate e tagliarle in pezzi piuttosto grandi ed immergerle in acqua in ebollizione leggermente salata e tenervele fino alla ripresa del bollore, dopo di che metterle su una teglia, condirle con sale ed aghi di rosmarino.

In una padella anti aderente, versare l’olio ed aggiungere la margarina, subito dopo adagiarvi gli involtini di pollo cuocendoli per una ventina di minuti, dopo aver aggiunto un pizzico di salamoia. Sfumare col vino bianco da aggiungere in più riprese. Ora in una capace teglia da forno mettere al centro gli involtini e tutto intorno le patate irrorandole col sugo rimasto nella padella in cui sono stati cotti i quarti di pollo.

Infornare per una trentina di minuti a forno ventilato preriscaldato a 180/200 gradi. Nel caso in cui gli involtini tendessero a bruciacchiarsi, ridurre la temperatura a 160/180 gradi fino alla completa cottura.


Nessun commento:

Posta un commento