OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

Cicerone:
(106 a.C. 43 a.C. )

"Le finanze pubbliche devono essere solide, il bilancio deve essere equilibrato, il debito pubblico deve essere ridotto, l'arroganza dell'amministrazione deve essere combattuta e controllata, e gli aiuti ai paesi stranieri devono essere ridotti affinché Roma non fallisca. Le persone devono ancora imparare a lavorare invece di vivere con l'assistenza pubblica. »


QUANTO E’ BELLA GIOVINEZZA CHE SI FUGGE, TUTTAVIA CHI VUOL ESSER LIETO SIA DI DOMAN NON V’è CERTEZZA

Donne e giovinetti amanti, viva Bacco e viva Amore! Ciascun suoni, balli e canti! Arda di dolcezza il core! Non fatica, non dolore!

Due strofe dal " trionfo di bacco ed arianna" di LORENZO de' medici



IL ""MIO DIARIO"" SI E' TRASFERITO ALTROVE

SE VUOI ASCOLTARE LE CANZONI E LE ROMANZE DI UNA VOLTA CLICCA SU

giovedì 5 marzo 2020


LA PIZZA DEI CRETINI D’OLTRALPE
Qualche giorno fa un cretino d’oltralpe ha prodotto un video che un altrettanto imbecille di Canal+ ha mandato in onda. Il video riprendeva un pizzaiolo dall’aspetto inquietante, con sembianze poco italiane, che infornava e sfornava una pizza margherita condita con gli sputi catarrali con conseguente uscita di solida mucosa verdastra atterrante sul nostro piatto ed emblema nazionale! Una cosa rivoltante e vomitevole in bella mostra come la leccornia cinese dei topolini in agrodolce. Io mi sarei aspettato una sollevazione popolare e l’avvio di una causa civile per danni irreparabili alla nostra immagine e gravi danni economici dovuti alla diminuzione delle comande pizzaiole nei vari ristoranti e pizzerie italiane. Nulla di ciò. Una reazione del governo ha spinto l’ambasciatore francese a consumare assieme al nostro ministro degli esteri, in arte Gigino Di Maio, una pizza margherita nella celeberrima pizzeria Sorbillo in piazza Augusto Imperatore, a Roma. Reazione debole, ma almeno una reazione. Pace fatta e andiamo avanti!
Dopo aver sistemato il o i cretini d’oltralpe devo giocoforza occuparmi di un cretino nostrano del quale non dico il mone per non incorrere in una querela. Si tratta di un celebre imbecille che invece di indignarsi per la pizza al catarro sfornata dai francesi afferma che vi sia un diritto internazionale alle cazzate! Insomma si può dire di tutto offendendo un popolo. Anche in Germania ci immortalarono sulla stampa accostandoci ad un bel piatto di spaghetti al pomodoro conditi con una bella P 38! E loro? Abbiamo forse pubblicato foto raccapriccianti dei loro stermini di massa con teutonici danzanti sulle povere vittime? Abbiamo sempre fotografato solo la cruda aberrante realtà a futura memoria. Noi siamo da sempre filo stranieri forse perché siamo insicuri e scarsamente consapevoli del nostro valore nonostante avessimo avuto antenati di assoluto, unico ed insuperabile valore, tuttavia siamo da sempre derisi così come tra l’altro è tragicamente riportato nel versi del nostro inno nazionale:
Noi siamo da secoli
Calpesti, derisi,
Perché non siam popolo,
Perché siam divisi.
Non tutti i mali vengono per nuocere e speriamo che il coronavirus ci faccia essere decisi e irremovibili sulle richieste di provvedimenti necessari per lo meno ad attenuare al massimo possibile le conseguenze del notevole danno economico che ne deriverà!

Ricevo e volentieri pubblico sul mio blog:

Buongiorno Italia. Oggi mi sono alzato, ho preso il mio caffè e ho ascoltato le solite notizie ma con una sorpresa in più...gli americani fino a metà aprile cancellano i voli per Milano !! I francesi ci deridono. l'Europa... lasciamo stare, tanto serve solo a dare ascolto ai burocrati.
Bene! Io chiedo umilmente al Presidente della Repubblica di intervenire. Come? Semplicemente con un discorso alla Nazione, magari a reti unificate come fa per inizio anno.  Che ci supporti e faccia sentire la sua voce. Chiedo agli italiani di rimboccarsi le maniche : comprate italiano; fate vedere a questi chi siamo.
Cominciate a disdire i vostri viaggi all'estero e riempite i nostri alberghi; vestiamoci con le nostre eccellenze; mangiamo il pecorino sardo,  il parmigiano reggiano e le arance siciliane; comprate il nostro pesce azzurro e bevete il nostro vino; aiutiamoci e non facciamo post disfattisti. Ci incazzeremo dopo aver dimostrato che siamo ancora capaci di rialzarci da soli. 
Gli italiani sono una forza. Le nonne ci insegnino come fare a risparmiare, come facevano ai tempi loro. Sforziamoci ad amare questa grande nazione!
Ragazzi siamo in una guerra mediatica. Non diamo loro soddisfazione !!!
W L’ITALIA !!!

e per finire un saluto affettuoso ai francesi nostri cugini di m...a!!!





Nessun commento:

Posta un commento