OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

QUANTO E' BELLA GIOVINEZZA
CHE SI FUGGE, TUTTAVIA
CHI VUOL ESSER LIETO SIA
DI DOMAN NON V'è CERTEZZA

SEZIONE DEDICATA AL MIO DIARIO, SE VUOI CONSULTARLA CLICCA SU:

il mio diario ( PENSIERI IN LIBERTA' )

SE VUOI ASCOLTARE LE CANZONI E LE ROMANZE DI UNA VOLTA CLICCA SU

giovedì 5 aprile 2018


ORECCHIETTE AL SUGO DI PESCE

INGREDIENTI: MOSCARDINI:600 GR. – CEFALI: 600 G. – POLPA DI POMODORO: DUE SCATOLE – SEDANO: TRE COSTE MEDIE – AGLIO: DUE SPICCHI – SCALOGNO: UNO MEDIO - PREZZEMOLO: UNA MANCIATA – OLIO EVO: MEZZO BICCHIERE DA VINO – VINO BIANCO SECO: UN BICCHIERE DA VINO
 Tempo: 90 minuti       Difficoltà: facile          Dosi per 4 – 5 persone

In una casseruola, preferibilmente di coccio, versare l’olio, il sedano tritato, l’aglio e lo scalogno tritati anche essi. Soffriggere delicatamente. Pulire per bene il moscardino eliminando oltre alle interiora anche la pelle, dividerlo in piccoli pezzi e metterlo nella casseruola, aggiungere metà del prezzemolo. Cuocere a fuoco moderato senza coperchio. Dopo una ventina di minuti sfumare con il vino. Aggiungere i pomodori in scatola oppure freschi, in quest’ultimo caso almeno un chilo passati nel frullatore. Continuare la cottura a fuoco moderato. Quando il sugo si presenterà bene amalgamato aggiungere i cefali ovviamente squamati, privati della testa e ridotti in tre o quattro pezzi.
Continuare la cottura per 30 minuti rimestando spesso, regolare di sale e pepe. Una decina di minuti prima di togliere dal fuoco estrarre i pezzetti di cefalo,(non devono disfarsi) aggiungere l’altra metà del prezzemolo e cuocere fin quando la salsa risulterà ben compatta. Cuocere al dente le orecchiette o altra pasta fresca corta tipo fusilli e condire con l’intingolo. Per gli amanti del piccante si consiglia di aggiungere del peperoncino in polvere.

Nessun commento:

Posta un commento