OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

QUANTO E' BELLA GIOVINEZZA
CHE SI FUGGE, TUTTAVIA
CHI VUOL ESSER LIETO SIA
DI DOMAN NON V'è CERTEZZA

SEZIONE DEDICATA AL MIO DIARIO, SE VUOI CONSULTARLA CLICCA SU:

il mio diario ( PENSIERI IN LIBERTA' )

SE VUOI ASCOLTARE LE CANZONI E LE ROMANZE DI UNA VOLTA CLICCA SU

lunedì 19 maggio 2014

LA SETTIMANA CHE PRECEDE L'ELEZIONI EUROPEE


Siamo entrati in dirittura di arrivo per le elezioni europee e quello che fa notizia sono le balle spaziali dei principali contendenti. Grillo annuncia sfracelli qualora dovesse classificarsi al primo posto, ma sono promesse irreali e soprattutto irrealizzabili. Il vincitore dovrebbe recarsi al Quirinale e chiedere al Capo dello Stato ancora in carica di preparare le valige ed abbandonare la storica residenza unitamente alla di lui consorte signora Clio.
In subordine chiederebbe al Capo dello Stato di sciogliere le Camere ed indire nuove elezioni nella convinzione di ottenere un mandato plebiscitario che tanto ricorda le elezioni plebiscitarie del 1924 e 1929. Nominato Primo Ministro Grillo dovrebbe procedere alla individuazione dei corrotti o degli indegni per defenestrarli. Farebbe bene, anzi benissimo, ma tutto ciò ha scarsa attinenza con la democrazia! Non parliamo poi del suo ingresso in Europa. Un altro Primo Ministro definì la regina Angela Merkel “ culona inchiavabile “ e l’aspirante nuovo Primo Ministro ha già ribadito il concetto accusando Renzi di aver leccato la “ culona “ tedesca ! Si vede che uno dei compiti dei Primi Ministri nostrani sia quello di osservare attentamente il deretano tedesco! Ovviamente i tedeschi non aspettano altro che incontrare il nuovo gentleman italiano!
Delle politiche europee non se ne parla, di quello che l’Europa dovrebbe concederci, nemmeno. Si dice solo: andiamo in Europa e rovesciamo il tavolo o meglio i tavoli. Ovviamente i nostri commensali sono ansiosi di vedere la scena!
Renzi è diventato re della retorica. Gufi contro aquile, buoni contro i cattivi, fischiatori contro patrioti. Oltre al regalo pre elettorale degli 80 euro inseriti nella busta paga del mese corrente a circa 10 milioni di italiani, promette di estendere tale prebenda anche alle partite iva, ai cassa integrati, ai disoccupati e visto che ci siamo anche ai pensionati, però a partire dal prossimo anno. Se qualcuno di questi nel frattempo passa a miglior vita, non vi è alcun problema, la prebenda passerà agli eredi. Già mi immagino una famiglia numerosa indaffarata nella divisione di tale ricchezza. Ve bene, però è  meglio di niente. Piuttosto che niente è meglio….piuttosto. Qualche voto si può sperare di portarlo a casa! Mi sorge spontanea una domanda: se è difficile trovare ( non ho detto " è stato difficile" ) la copertura per gli ottanta euro, come sarà possibile trovarla per il resto delle promesse?
Berlusconi tra una visita alla Sacra Famiglia di Cesano Boscone e le denunzie del golpe subito nel 2011, ordito dalle potenze demoplutocratiche, giudaico massoniche, per costringerlo alle dimissioni, promette, a chi ne avesse necessità, nuove dentiere e/o la  riparazione gratuita di quelle usate.
Pensando anche a tantissime persone anziane che hanno un cagnolino per compagnia promette l’abolizione dell’iva sulle scatolette di alimenti, come se queste povere indigenti persone vadano ad acquistare scatolette invece che spezzare il povero pane con le bestiole di casa!
Giacchè ci siamo, perché non promettere pensioni minime a partire da mille euro mensili ed una  anche alle casalinghe di quasi ottocento euro al mese?
Presto fatto. Le promesse sono partite! Con quali soldi? Poi si vedrà. Ora pensiamo a gabellare ancora un po’ chi crede in lui ( non nella rivoluzione liberale da tutti promessa e mai attuata ).
Nelle more la corruzione, gli arresti dominano le prime pagine dei giornali.
Scajola a sua insaputa è stato associato alle  italiche galere e pare che dopo un solenne “ mi rifiuto di rispondere “ abbia preso a parlare e forse – io non ci credo -  a causa di queste dichiarazioni due poliziotti sono finiti anche loro in galera!
Matacena è a Dubai, Dell’Utri sta per lasciare il Libano ( ma non sarebbe stato meglio recarsi a Santo Domingo ? ), Previti torna in pista e si aggrega ad Angelino Alfano, mentre Biondi e Bonaiuti lo hanno già fatto.
L’unica persona seria è Crozza! Almeno lui ci fa sorridere e di questi tempi è la sola buona notizia!



Nessun commento:

Posta un commento