OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

domenica 11 maggio 2014

Il malaffare di alcuni politici d'annata e recenti mi hanno colpito lo stomaco e per rimettere le cose a posto ho pensato alla mia ricetta del casatiello. In verità ve ne sono tante, alcune veramente pesanti da digerire, specialmente ad una certa età, altre sono più leggere. Io ho scelto la mia ed è quella che leggete di seguito.
Buon appetito!


LA RICETTA DEL MIO CASATIELLO

FARINA 00 :  1 KGR
LIEVITO MASTRO FORNAIO . 2 BUSTINE
PARMIGIANO E PECORINO GRATTUGIATI : 100 GR.
PEPE : UNA BELLA PRESA
SALE : 20 GR.
SALAME TIPO NEGRONETTO : 200 GR.
STRUTTO : 250 GR.
UOVA : 3

PROCEDIMENTO:
Ammorbidire lo strutto. Nel frattempo, mettere la farina sulla spianatoia formando un cratere e versarvi il lievito ,quattro cucchiaini di zucchero, due cucchiai di strutto ammorbidito, il sale ed impastare con l’acqua calda fino a formare un panetto di pasta vellutata e cedevole.
Mettere l’impasto in un recipiente, coprirlo con una coperta e lasciarlo lievitare per circa tre ore.
Stendere l’impasto sulla spianatoia allargandolo il più possibile, ricoprirlo di pepe ed ungerlo con la strutto in modo da formare uno strato sottilissimo  ed uniforme.
Ricoprire la pasta con i piccoli dadini di salame e partendo dall’alto arrotolarla su se stessa ungendo con un pennello la parte superiore del rotolo  di pasta man mano che si forma. Arrotolata che sia la pasta deporla in un tegame da forno con il rialzo centrale unto con un po’ di strutto:



Ungere con un po’di strutto  e pochissimo olio il tubo di pasta carezzandolo con le mani  per allungarlo per fare in modo che i due estremi si tocchino, infilandone uno dentro l’altro per ottenere un bel tubo circolare perfettamente chiuso. ( anche se non si chiude non fa nulla )
Ungere la parte inferiore delle uova con lo strutto e spingerle delicatamente in profondità. Se si spingono premendo sulla parte superiore delle uova queste non si romperanno.
Fatto questo mettere il tegame nel forno spento ed al buio per tre ore circa in modo che possa riprendere la lievitazione.
Cuocere a 200 gradi per circa 40 / 45 minuti.
Alla fine del procedimento il casatiello si presenterà così:


 oppure così:



PS. Se non si dispone del tegame speciale per casatielli utilizzare un tegame normale,  mettere al centro una scatola di pomodori pelati da 800 gr., privata del contenuto ed avvolta dentro e fuori con carta stagnola e disporre attorno ad essa il casatiello da infornare.

Nessun commento:

Posta un commento