OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

Cicerone:
(106 a.C. 43 a.C. )

"Le finanze pubbliche devono essere solide, il bilancio deve essere equilibrato, il debito pubblico deve essere ridotto, l'arroganza dell'amministrazione deve essere combattuta e controllata, e gli aiuti ai paesi stranieri devono essere ridotti affinché Roma non fallisca. Le persone devono ancora imparare a lavorare invece di vivere con l'assistenza pubblica. »


QUANTO E’ BELLA GIOVINEZZA CHE SI FUGGE, TUTTAVIA CHI VUOL ESSER LIETO SIA DI DOMAN NON V’è CERTEZZA

Donne e giovinetti amanti, viva Bacco e viva Amore! Ciascun suoni, balli e canti! Arda di dolcezza il core! Non fatica, non dolore!

Due strofe dal " trionfo di bacco ed arianna" di LORENZO de' medici



IL ""MIO DIARIO"" SI E' TRASFERITO ALTROVE

SE VUOI ASCOLTARE LE CANZONI E LE ROMANZE DI UNA VOLTA CLICCA SU

giovedì 6 febbraio 2020


RIGATONI ALLA CREMA DI PESCE E CARCIOFI



INGREDIENTI: UNA CIPOLLA BIANCA – UN CARCIOFO MEDIO-GRANDE – CEFALO:400 GR. – GALLINELLA: 200 GR. – CICALE ( CANOCCHIE ): 350 GR. - POLPA DI POMODORO: UNA SCATOLA DA 450 GR. – CONCENTRATO DI POMODORO: UN CUCCHIAIO – PREZZEMOLO: UN CIUFFETTO – AGLIO: UNO SPICCHIO – OLIO EVO: SEI CUCCHIAI – RIGATONI GAROFALO: 350 GR. – SALE E PEPE:QB. – FORMAGGIO GRANA: QB. – VINO BIANCO SECCO: MEZZO BICCHIERE – MAIZENA : UN CUCCHIAIO.

TEMPO: 90 MINUTI  -  DIFFICOLTA': MEDIA   -  DOSI PER 3 o 4 PERSONE

Affettare finemente la cipolla e metterla in una padella anti aderente unitamente all’olio e cominciare ad appassirla. Nel frattempo pulire il pesce conservando anche la testa ed unirlo in pezzi alla cipolla continuando la cottura a fuoco moderato. Aggiungere un po’ di acqua. Dopo una ventina di minuti sfumare con il vino bianco, salare ed aggiungere la polpa di pomodoro. Aggiungere le cicale pulite e tagliate in due. Dopo una decina di minuti aggiungere acqua calda tanta da coprire il pesce di almeno quattro dita di liquido. Continuare la cottura a fuoco moderato per trenta o quaranta minuti. Aggiungere infine il concentrato di pomodoro. Togliere dal fuoco e passare il tutto attraverso il passapomodori ottenendo un sugo piuttosto denso. Se fosse piuttosto liquido allora aggiungere mezzo bicchiere di acqua calda in cui si sarà disciolto un cucchiaio scarso di maizena.



In un'altra padella anti aderente porre un po’ di olio, uno spicchio di aglio tritatissimo, un pizzico di prezzemolo e subito dopo il carciofo ridotto a sottilissime lamelle. Aggiungere nel caso pochissima acqua, regolare di sale e pepe ed alla fine unirvi un paio di mestoli del sugo di pesce. Cuocere a fuoco moderato. Se l’intingolo si mostrasse leggermente….pallido aggiungere un cucchiaio raso di concentrato di pomodoro diluito in mezzo bicchiere di acqua calda. A fine cottura unire il restante prezzemolo
Cuocere regolarmente i rigatoni e tuffarli nel sugo ai carciofi rimestando per bene. Servire ben caldo spolverando il tutto con pochissimo grana padano.
Volendo, per i buongustai, aggiungere un pizzico di peperoncino in polvere o liquido di quello fatto in casa denominato…..olio santo!

Nessun commento:

Posta un commento