OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

venerdì 17 febbraio 2017

REDDE RATIONEM?

La storia non ha insegnato nulla al ducetto di Rignano sull’Arno!  I popoli più o meno sovrani da sempre si sono scrollati di dosso i loro capi che credevano di fare il bello e il cattivo tempo. Anche Gesù di Nazareth – divinità a parte – fece solo del bene, indicò una nuova strada all’umanità eppure venne addirittura crocifisso come un volgare assassino! Vivere come un grande condottiero che supera ogni ostacolo e con furbizia si impossessa del potere non porta bene! Renzi ha augurato al suo predecessore di restar sereno mentre affilava il coltello per la pugnalata alle spalle! A ben guardare anche fisionomicamente Letta e Renzi hanno caratteristiche diverse. Il professore ed il capo scout dinoccolato che avanza benedicendo il prossimo.
Renzi ha deluso dapprima i suoi compatrioti estromessi da ogni forma di potere e responsabilità, poi il popolo che simpatizzava per il Partito Democratico. Sono arrivate le prebende per tutti allo scopo di assicurarsi il favore delle genti, sono state fatte promesse mai mantenute e soltanto oggi si fa qualcosina di concreto per coloro che furono truffati dalle banche. Ora che la stella renziana volge al tramonto appaiono le crepe nel suo castello di sodali. Il giglio magico ed i suoi alleati si sta appassendo. Tullio Del Sette Comandante generale dell'Arma dei carabinieri, Luca Lotti ministro per lo Sport e (dato che questa attribuzione era di scarso potere ) segretario del comitato interministeriale per la programmazione economica. Questi personaggi sono indagati – probabilmente anche innocenti - per una faccenda del Consip la principale stazione appaltante del governo italiano! Volendo c’è molto da scavare!
Di queste ultime ore vi è la faccenda del babbo di Renzi indagato per la stessa vicenda Consip, il reato sarebbe quello di traffico di influenze! Ora volete mai credere che il Tiziano – non il famoso pittore – non abbia chiesto a suo figlio Matteo, per caso Presidente del Consiglio dei Ministri, Segretario del maggior ( almeno fino ad oggi ) partito italiano di mettere una buona parola per agevolare un amico carissimo? Io non ci credo, ma a pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca, come dicevano il buon Antonio Di Pietro e Giulio Andreotti buon anima!
Il babbo per antonomasia ha affermato di non conoscere neppure il reato di traffico di influenze ed allora come fa a dirsi innocente? Per affermare la propria estraneità ad un reato bisogna conoscerlo bene altrimenti il chiamarsi fuori è pura millanteria!
Il babbo di Renzi poi non è un pensionato che pensa di andare qualche tempo ad Ibiza a svernare, è un signore che è in affari guarda caso con buona parte delle persone vicine, vicinissime o addirittura dentro il Granducato di Toscana!




Ora suggerirei alla stampa di non utilizzare la fotografia del babbo renziano rappresentato come la volpe nella favola di Pinocchio. Io che non sono un suo fan credo che cambiare la foto costituirebbe un ottimo servizio per il sig. Tiziano. La persona rappresentata nella foto sconsiglierebbe ai più di allacciare con lei un qualsiasi rapporto di affari. Sembra uno pronto a colpirti direttamente - guarda che ti ho visto !!-  o attraverso un messaggino che inviti a “ star sereno “Qualis pater, talis filius!
Ora il Granduca conoscerà un periodo di ostilità e solitudine, ma sappia che molti capi di di Stato o di Governo hanno fatto una brutta fine. Dapprima osannati, portati in trionfo, supportati, infine sopportati e per ultimo eliminati. Ora non è più tempo di soluzioni cruente, ma la strada del tramonto quando forse era appena cominciata l’alba è pronta per essere calpestata.
Le truppe cammellate si stanno organizzando e non si sa bene se decidono di avanzare con banda e vessilli in testa oppure fare come la favola della volpe e dell’uva sostenendo che l’uva era acerba e  quindi  inutile prenderla!
Il giglio magico, con madonne al seguito, lo conosciamo già ora staremo a vedere se gli attaccanti proseguiranno nell’azione per rispedirli tutti a Firenze con il Granduca in testa oppure sceglieranno il buen retiro in qualche soleggiato pensionato in riva al lago il cui clima è consigliato per persone stanche della pugna!
Chi vivrà vedrà ! Ah dimenticavo “ che vinca il migliore “ ammesso che ce ne sia uno !

Nessun commento:

Posta un commento