OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

Cicerone:
(106 a.C. 43 a.C. )

"LE FINANZE PUBBLICHE DEVONO ESSERE SOLIDE, IL BILANCIO DEVE ESSERE EQUILIBRATO, IL DEBITO PUBBLICO DEVE ESSERE RIDOTTO, L'ARROGANZA DELL'AMMINISTRAZIONE DEVE ESSERE COMBATTUTA E CONTROLLATA, E GLI AIUTI AI PAESI STRANIERI DEVONO ESSERE RIDOTTI AFFINCHÉ ROMA NON FALLISCA. LE PERSONE DEVONO ANCORA IMPARARE A LAVORARE INVECE DI VIVERE CON L'ASSISTENZA PUBBLICA.

La dittatura perfetta avrà sembianza di democrazia. Una Prigione senza muri nella quale i prigionieri non sogneranno di fuggire. Un sistema di schiavitù dove, grazie al consumo e al divertimento, gli schiavi ameranno la loro schiavitù. Aldous Huxley

NON E' UNA COLPA DESIDERARE UN ATTIMO DI PACE ALMENO AL TRAMONTO DELLA VITA. ( JOHN LE CARRE' )


IL MEGLIO E' NEMICO DEL BENE!!

CONTRA FACTUM NON VALET ARGUMENTUM !!!


QUANTO E’ BELLA GIOVINEZZA CHE SI FUGGE, TUTTAVIA CHI VUOL ESSER LIETO SIA DI DOMAN NON V’è CERTEZZA



SE VUOI ASCOLTARE LE CANZONI E LE ROMANZE DI UNA VOLTA CLICCA SU



PROPOSTE DI CUCINA DAL WEB ( per conoscerle cliccaci su )


giovedì 17 dicembre 2020

Da un paio di giorni vivo come nella cella della morte in attesa che il direttore del carcere entri e mi comunichi che il ricorso alla suprema corte è stato respinto e che un sacerdote i miei cenni attende. Io aspetto e il direttore altro non è che il medico dell’Ospedale San Giuseppe che con poche parole mi comunica che mia moglie non è più di questo mondo. Sentenza assolutamente definitiva!

Scrivo queste poche righe ed i battiti del mio cuore sono accelerati.

Mia figlia Patrizia mi ha parlato di un abito per vestire la mamma per  il suo ultimo viaggio, con Giulia lo abbiamo cercato e abbiamo trovato un involucro contenente tutto l’occorrente per la vestizione che la mamma stessa aveva preparato inserendo anche una sua bellissima foto con dedica: “”RICORDATEMI CON UN SORRISO”” ed il sorriso era veramente bello!

Quanto sei bella amore mio!!

Motus in fine velocior! Il moto è più veloce verso la fine!

Carissima Annamaria se esiste un colpo di fulmine è stato proprio quello che mi ha colpito la primissima volta che ti ho vista, avrei voluto prenderti, rapirti e sparire con te, solo con  te. Anni difficilissimi durante il nostro fidanzamento e tante piccole burrasche dopo. Burrasche di volta in volta dimenticate con gli abbracci, con le nascite delle nostre figlie, con i viaggi attorno al mondo. Alla fine siamo stati insieme per oltre 60 anni, una vita intera durante i quali ci siamo amati e sopportati come capita in tutte le famiglie quando alla base di tutto vi è un vero amore anche se insidiato da qualche problemino. Dopo le burrasche il bel tempo si apprezza molto di più ed a volte siamo grati anche alle burrasche!

Ho avuto il grandissimo privilegio di essere stato il tuo primo uomo ed è stato un grande regalo che la vita mi ha fatto, ho sfogliato la rosa apprezzandone il profumo inebriante. Saranno queste le ultime immagini che si spegneranno nelle mie pupille quando toccherà a me lasciare questo mondo sperando di raggiungerti  presto in una vita priva di pene e tormenti.

Mi torna in mente una frase di Sant’Agostino: “ Signore non ti chiedo perché me la togli, ti ringrazio per avermela data!

Sono consapevole che inizierà un periodo breve, ma terribile, al quale certamente si sopravvivrà anche se i segni saranno difficilissimi da scomparire!

Vorrei avere la forza o la possibilità di tenere ed accarezzare la tua mano e sussurrarti la frase che Federica Cappelletti pronunciò all’amatissimo marito Paolo Rossi in fin di vita: “”vai, lasciati andare. Hai sofferto troppo. Abbandona questo corpo “ ed io aggiungo: che ti ha tanto tradito !

 


1 commento:

  1. Papà,hai commosso anche me. Spero che il Signore le conceda la grazia di soffrire il meno possibile.
    Patrizia

    RispondiElimina