OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

Cicerone:
(106 a.C. 43 a.C. )

"Le finanze pubbliche devono essere solide, il bilancio deve essere equilibrato, il debito pubblico deve essere ridotto, l'arroganza dell'amministrazione deve essere combattuta e controllata, e gli aiuti ai paesi stranieri devono essere ridotti affinché Roma non fallisca. Le persone devono ancora imparare a lavorare invece di vivere con l'assistenza pubblica. »


IL MEGLIO E' NEMICO DEL BENE!!

CHI STA AL POTERE PRENDE I GERMI DEL POTERE ( Massimo Giletti )

QUANTO E’ BELLA GIOVINEZZA CHE SI FUGGE, TUTTAVIA CHI VUOL ESSER LIETO SIA DI DOMAN NON V’è CERTEZZA

Donne e giovinetti amanti, viva Bacco e viva Amore! Ciascun suoni, balli e canti! Arda di dolcezza il core! Non fatica, non dolore!

Due strofe dal " trionfo di bacco ed arianna" di LORENZO de' medici


SE VUOI ASCOLTARE LE CANZONI E LE ROMANZE DI UNA VOLTA CLICCA SU



PROPOSTE DI CUCINA DAL WEB ( per conoscerle cliccaci su )


domenica 8 dicembre 2019




RAVIOLI DI RICOTTA E PESTO ALLA GENOVESE SU VELLUTATA 

DI PATATE E ZUCCHINE

INGREDIENTI: RICOTTA DI PECORA 400 GR. – PESTO ALLA GENOVESE: UNA VASCHETTA DA 150 GR. – CIPOLLA: UNA MEDIA BIANCA – PATATE 250.GR. – ZUCCHINE: DUE MEDIO GRANDI – FARINA 00: 350 GR. – UOVA: QUATTRO – OLIO EVO: SEI CUCCHIAI – BURRO. 25 GR. – FORMAGGIO GRANA: 200 GR.
TEMPO: 120 MIN – DIFFICOLTA’ :MEDIA – DOSI PER 6 o 7 PERSONE

In una pentolino versare l’olio, la cipolla affettata anche grossolanamente, le zucchine e le patate ridotte in pezzetti, regolare di sale e cominciare la cottura, aggiungendo un po’ di acqua all’occorrenza. Versare anche un cucchiaio di pesto. Quando il tutto sarà cotto, frullarlo e passarlo al setaccio in modo di avere una gradevolissima vellutata. Prima di utilizzarla aggiungere un pezzetto di burro.
Nel frattempo mettere sulla spianatoia la farina, farne una fontanella, aggiungere un pizzico di sale e le uova impastando il tutto fino a ricavare una pasta morbida e compatta. Aiutandosi anche con la macchinetta per fare la pasta in casa ricavare delle lasagne e col coppapasta ricavare delle rotelle sulle quali poggiare un cucchiaino dell’impasto seguente, sovrapponendo i bordi e formare delle regolari mezzelune, cioè ravioli. Per fare il ripieno mettere in una zuppiera la ricotta, il pesto ed il formaggio grana e amalgamare il tutto. Regolare di sale.
Cuocere i ravioli in abbondante acqua normalmente salata ed a fuoco moderato in modo da evitare la rottura dei ravioli.
Una volta cotti impiattare seguendo questo procedimento: in un piatto fondo versare un mestolino abbondante di vellutata stemperandola sul fondo ed adagiarvi sette o otto ravioli, ricoprendoli con una spolverata di grana. Servire immediatamente.

Nessun commento:

Posta un commento