OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

Cicerone:
(106 a.C. 43 a.C. )

"Le finanze pubbliche devono essere solide, il bilancio deve essere equilibrato, il debito pubblico deve essere ridotto, l'arroganza dell'amministrazione deve essere combattuta e controllata, e gli aiuti ai paesi stranieri devono essere ridotti affinché Roma non fallisca. Le persone devono ancora imparare a lavorare invece di vivere con l'assistenza pubblica. »


QUANTO E’ BELLA GIOVINEZZA CHE SI FUGGE, TUTTAVIA CHI VUOL ESSER LIETO SIA DI DOMAN NON V’è CERTEZZA

Donne e giovinetti amanti, viva Bacco e viva Amore! Ciascun suoni, balli e canti! Arda di dolcezza il core! Non fatica, non dolore!

Due strofe dal " trionfo di bacco ed arianna" di LORENZO de' medici



IL ""MIO DIARIO"" SI E' TRASFERITO ALTROVE

SE VUOI ASCOLTARE LE CANZONI E LE ROMANZE DI UNA VOLTA CLICCA SU

martedì 20 ottobre 2015

Legge di stabilità…  della torre di Pisa !

Tra i provvedimenti contenuti nella legge di stabilità 2016, che deve essere pur sempre approvata dal Parlamento e da Bruxelles, ve ne sono due  a dir poco sconcertanti: l’innalzamento del limite di spesa con contanti da 1.000 a 3.000 euro e il rilascio di 22.000 nuove licenze per i concessionari di slot machine, vlt ( video lottery terminal ) e punti scommesse!
Il nostro vulcanico premier ci ha informato che l’innalzamento rappresenta una misura atta ad incrementare le vendite e quindi le entrate tributarie, entrambe sofferenti, per via degli stranieri che ,liberi di usare senza alcun limite le banconote nei loro paesi di origine, si sentivano frustrati in Italia e poco propensi agli acquisti per via dell’obbligo di usare moneta elettronica. Evidentemente si era a conoscenza di fortunatissime schiere straniere che approdavano ai nostri lidi con rotoli più o meno ingombranti di banconote al posto di una miserrima tesserina bancomat o carta di credito. Evidentemente tali turisti viaggiavano anche con una nutrita guardia del corpo conoscendo le imprese della nostra malavita!!
I nostri  cugini francesi al contrario, allo scopo di contrastare il nero, l’evasione fiscale o le spese di stampa delle banconote – altre cause mi sfuggono – hanno ridotto l’utilizzo del contante da 3.000 a 1.000 euro. Esattamente il contrario di come abbiamo fatto noi.
Evidentemente in Francia erano stanchi di accogliere schiere di turisti acquirenti le loro merci e contenti di aprire il borsellino delle banconote ragion per cui hanno ridotto l’utilizzo della moneta tradizionale. Si pensa ora che la fiumana di turisti che si dirigeva verso Parigi si dirigerà verso Roma giusto per incrementare la marea di giubilanti misericordiosi attesi per la fine dell’anno!
Credo che l’incrocio dei dati di spesa tracciati dalle carte di credito e/o bancomat siano già in atto o a buon punto per intercettare i poveri ricchi che dopo una miserevole denunzia dei redditi si deliziano con acquisti di prodotti di alto valore. Controproducente risulta quindi l’innalzamento del limite di spesa col contante che sottrae gli acquisti alla tracciabilità ed al confronto con la denunzia del reddito.
L’altra stranezza contenuta nella legge di stabilità riguarda il rilascio di 22.000 licenze per slot machine, vlt e punti scommesse. Evidentemente al nostro dinamico Presidente del Consiglio è sfuggito il numero esagerato di persone che si rovinano o che si sono definitivamente rovinate col gioco di azzardo ragion per cui per festeggiare la ripartenza dell’Italia, dopo anni di ristrettezze, ha voluto offrire ai cittadini di questo bellissimo paese un sano e piacevolissimo divertimento. Giocate cittadini, giocate ma fate attenzione che il gioco può causare dipendenza ( grazie a Dio ) e più giocate, più vi divertite e più Pier Carlo Padoan sarà felice di vedere incrementate le entrate. Che qualche altro migliaio di italiani si rovini poco importa, siamo pur sempre 60 milioni di abitanti e qualora se ne perdesse un paio si tratterrà solo di un misero  3,333% della  intera popolazione ! Quisquilie !”

Dicevano i latini nostri padri: pecunia non olet. L’odore che si avvertirà da questo provvedimento non è proprio un olezzo di verbena, specialmente se i beneficiari delle licenze apriranno gli sportelli nelle vicinanze delle scuole giusto per sollevare il morale ai nostri studenti poco studiosi!

Nessun commento:

Posta un commento