OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

giovedì 3 aprile 2014


STRANEZZE....MAGISTRALI


Ciao a tutti,
in questi giorni sembra essere tornati bambini quando a tavola ognuno guardava nel piatto dell’altro confrontando le altrui porzioni con la propria, ovviamente il disappunto e l’invidia riguardava il commensale con la scarsa porzione.
Si è cominciato con lo stipendio di Mauro Moretti FF.SS per poi andare a fare i conti in tasca ( e che conti ) a Scaroni e compagnia beatamente cantante. Si è pensato poi di parlare delle pensioni a partire da quelle stratosferiche di ben 2.000 euro mensili a quelle da 5.000, passando fugacemente a quelle da 10.000 aggiustando il tiro con quelle di gran lunga superiori. I cecchini di vario tipo affermano che le pensioni non saranno toccate, ma quello che ora penso di toccare sono i miei zebedei. Quando si fanno questi ragionamenti è facilissimo dire: carissimo Lello hai visto che a Moretti abbiamo ridotto lo stipendio del 45% allora cerca di non rompere più di tanto e ringrazia Iddio che non ti chiami Moretti ed accetta quindi qualche contributo di solidarietà che per essere veramente efficace deve colpire una vasta platea!
Ho pensato, fai pure questi tagli che noi scenderemo in sciopero ad oltranza !
Sciopero di che? Scusate dimenticavo che sono in pensione e quindi niente sciopero e…. pedalare !
Allora guardando nel piatto degli altri vedo alcune cosette che non mi rendono particolarmente fiero di essere italiano.
Partiamo da una premessa che riguarda lo stipendio di Re Giorgio I e II. Nel 2013 il nostro Re ha guadagnato 239.192 euro e visto che mancava qualcosina per pareggiare il conto ha avuto una provvidenza di altri 8.835 euro. Insomma un bellissimo appannaggio. Lo dico senza ironia e mi serve come raffronto per quel che segue!
Ieri sono stato sconvolto da due notizie che riguardano la magistratura.
Il presidente della Corte Costituzionale guadagna ben 550.000 euro all’anno, il suo vice ed i componenti la corte circa 440.000 euro. Non è che loro si debbano sbattere più di tanto. Controllare che le leggi approvate dal parlamento non siano in contrasto della costituzione. Alla faccia che lavoro impegnativo! Questi supremi magistrati hanno anche a disposizione una o due auto, sicuramente due autisti 24 ore su 24 il cui costo si aggira sui 750 euro al giorno !!!!!!!!!
La  domanda che mi pongo è questa: può un magistrato sia pure di rango elevato guadagnare più del Presidente della Repubblica? La risposta dovrebbe essere un NO grande come una casa! La colpa non è di questi magistrati, ma di chi ha stabilito per loro uno stipendio assolutamente sproporzionato sia per il rango ricoperto che per il lavoro svolto. Questi importi vengono ricavati da un bilancio preventivo. Quello consuntivo viene tenuto rigorosamente segreto!
Altra notizia che mi ha sconvolto è quella che è capitata ad un povero cristo che aveva un appartamento in fitto per il quale pagava regolarmente il canone mensile. Una tragica evenienza non gli ha consentito di rispettare questo impegno per quattro mesi. Dopo i preliminari di messa in mora e minaccia dello sfratto per morosità ha pensato di interrompere questa procedura, pagando in un'unica soluzione il debito accumulato, ma nel farlo ha versato solo tre, dico tre e ridico tre euro in meno. Il magistrato ha sentenziato lo sfratto esecutivo ed il poveretto deve raggiungere l’asfalto unitamente alla sua famiglia per soli tre euro. Mi domando che cuore aveva il magistrato? Il poveretto ha avuto lo stesso trattamento riservato ai potenti e semi potenti così come la costituzione recita? Come si fa a sbattere in strada un poveretto e la sua famiglia per un mancato versamento di soli tre euro?
Probabilmente il CSM lo promuoverà perché il magistrato ha dimostrato di non avere peli sullo stomaco, di essere inflessibile , senza tentennamenti  di sorta avendo agito nell’autonomia e indipendenza della magistratura!!!
Il fatto in questione è stato raccontato con dovizia di particolari nella trasmissione “ La Vita in Diretta “ del giorno 2 aprile 2014!
Ovviamente non tutti i magistrati sono da criticare, ma questi fatti eclatanti dovrebbero farci pensare che qualcosa deve pur essere fatta.
A presto

Lello

Milano, 3 aprile 2014

Nessun commento:

Posta un commento