OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

QUANTO E' BELLA GIOVINEZZA
CHE SI FUGGE, TUTTAVIA
CHI VUOL ESSER LIETO SIA
DI DOMAN NON V'è CERTEZZA

SEZIONE DEDICATA AL MIO DIARIO, SE VUOI CONSULTARLA CLICCA SU:

il mio diario ( PENSIERI IN LIBERTA' )

SE VUOI ASCOLTARE LE CANZONI E LE ROMANZE DI UNA VOLTA CLICCA SU

sabato 5 aprile 2014

PANE E PIZZA SPERIMENTALI


Ciao a tutti,

ho affrontato recentemente i soliti temi di politica e costume ed ora sperimentalmente inserisco qualcosa di culinaria che riguarda il pane e la pizza.
Finalmente ho in dotazione un signor forno che si comporta esattamente come lo imposto al contrario del precedente che nascondeva tutte le informazioni sui tempi e sulla temperatura di cottura con un risultato  che non poteva che essere largamente insoddisfacente.
Il pane l’ho fatto  formando dapprima un panetto con 125 grammi di farina, una bustina di lievito in polvere, due cucchiaini di zucchero ed acqua calda, lasciandolo poi  coperto per circa due ore. Ho poi utilizzato 500 grammi di farina 00 ( forse era meglio quella 0 ), sale ed acqua calda, lasciando riposare il tutto per circa quattro ore. Dopo di che ho infornato il pane per circa 40 minuti a 200 gradi e forse andava meglio portando il tempo di cottura a 50 minuti in modo da ottenere una bella crosta color nocciola.



Come primo esperimento mi sembra accettabile e sicuramente nelle prossime occasioni sarà raffinata la tecnica.

Milano 7 aprile 2014

come avevo previsto il secondo tentativo ha sortito effetti molto positivi sia nell'aspetto che nel gusto. Ecco la foto:



Per la pizza ho seguito un procedimento più semplice. 500 gr. di farina 00, una bustina di lievito Mastro Fornaio, due cucchiaini di zucchero, un cucchiaio di sale e 350 ml di acqua calda. Dopo una lievitazione di un paio di ore, ho messo la pasta in un tegame da forno leggermente unto, ho aggiunto pomodorini tagliati a metà, un pizzico di origano, un pizzico di sale ed una discreta quantità di olio evo per terminare. La solita infornata a 200 gradi per 35 minuti ed il risultato risulta appagante.





Buon appetito
Lello

Milano 5 aprile 2014 

Nessun commento:

Posta un commento