OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

Cicerone:
(106 a.C. 43 a.C. )

"Le finanze pubbliche devono essere solide, il bilancio deve essere equilibrato, il debito pubblico deve essere ridotto, l'arroganza dell'amministrazione deve essere combattuta e controllata, e gli aiuti ai paesi stranieri devono essere ridotti affinché Roma non fallisca. Le persone devono ancora imparare a lavorare invece di vivere con l'assistenza pubblica. »


QUANTO E’ BELLA GIOVINEZZA CHE SI FUGGE, TUTTAVIA CHI VUOL ESSER LIETO SIA DI DOMAN NON V’è CERTEZZA

Donne e giovinetti amanti, viva Bacco e viva Amore! Ciascun suoni, balli e canti! Arda di dolcezza il core! Non fatica, non dolore!

Due strofe dal " trionfo di bacco ed arianna" di LORENZO de' medici



IL ""MIO DIARIO"" SI E' TRASFERITO ALTROVE

SE VUOI ASCOLTARE LE CANZONI E LE ROMANZE DI UNA VOLTA CLICCA SU

martedì 6 giugno 2017

LE OPERE DEL....REGIME !

Questa mattina ho letto della quinta inaugurazione della stazione ferroviaria di Afragola e già questo fatto è sorprendente. I politici di turno, indossata la fascia tricolore approntate le forbici per il taglio del nastro tricolore, letto il roboante e retorico pistolotto di rito e in concomitanza con l’esecuzione dell’inno nazionale hanno più volte tagliato il nastro tra gli applausi degli astanti ed il flash dei fotografi! Tutto questo per ben quattro volte nel passato ed una quinta che si terrà tra pochi giorni. Già alla terza mi sarei rifiutato di intervenire perchè sarei passato d'emblée dalla storia alle barzellette. Ma tutto serve per la carriera politica!
Mi sono chiesto dove si trovasse mai Afragola e mi sono documentato. Cittadina di circa 65.000 anime a circa 18 chilometri da Napoli e per arrivarci occorrono circa 45 minuti traffico permettendo. Poi ho guardato attentamente le foto della pluri inaugurata stazione ferroviaria e mi son chiesto se fossimo in Italia, nei pressi di Sidney o Melbourne o a Dubay. Meraviglie delle meraviglie mi sono trovato in Italia in quella parte che una volta veniva chiamata “ Campania Felix “! Complimenti. Bellissima opera! 




Ma Afragola aveva tanto bisogno di una siffatta struttura? Non lo so, ma poi ho visto che la stazione si chiamerà NAPOLI AFRAGOLA ! Allora sì che serviva, vuoi negare a Napoli una stazione modernissima? Mai e poi mai!
Una mia fissazione è parlare dell’euro che dopo la sua introduzione ( nel mercato delle valute e non in altri………posti  - intelligenti pauca) ha raddoppiato i prezzi delle merci lasciando invariato l’ammontare degli stipendi e delle pensioni. Giusto per rinfrescare la memoria un chilo di pane prima dell’euro costava mediamente 2.000 lire oggi grazie a Dio costa 2 euro cioè 4.000 delle vecchie e gloriose lire ! Ho detto ciò per le notizie che mi accingo a darvi!
La stazione amabilmente definita “ LA PORTA DEL SUD “visse la sua costruzione come un calvario: cominciarono a parlarne 21 anni fa, decisero di costruirla nel 2003 e nel 2008 doveva essere finita. L'inaugurazione precedente si tenne a luglio del 2015 e in quell'occasione Vincenzo De Luca fu perentorio: "Questa non è la quarta inaugurazione, è l'ultima". La Corte dei conti: "È un investimento decisamente eccessivo. Sarà davvero dimensionata al reale numero di viaggiatori che la useranno? "
Il costo di tale faraonica opera è stato di 70 milioni di euro pari a circa 135 miliardi delle vecchie lire!!! E come diceva il grande Totò: e io pago !



Parlando di opere faraoniche per via dei costi mi sovviene del ponte di Santiago Calatrava a Venezia zeppo di errori di costruzione con le rive che si danneggiano, con i gradini di vetro che, chiaramente scivolosi nei giorni di pioggia, provocano una marea di cause civili per risarcimento danni al ricchissimo!?!?!?!? Comune di Venezia. Tale opera a mio sommesso avviso non ci azzecca niente ( Di Pietro docet ) con lo stile architettonico della perla dell’Adriatico. 





Ma va bene così, presto i veneziani e soprattutto gli inglesi che ci hanno deriso per via del ponte se ne faranno una ragione ed accetteranno anche questa opera  il cui progetto venne regalato dall'architetto alla città! Regalato? Forse, ma i costi sono e saranno tutti sopportati dai cittadini.
L’opera tuttavia è diventata un monumento allo spreco grazie al suo costo, valutato intorno agli 11,3 milioni di euro a cui vanno aggiunti altri 1,8 milioni di euro per l’ovovia costruita per facilitare la traversata dei diversamente abili.
Trasformiamo i costi in lire: per la costruzione : circa 22 miliardi delle vecchie lire e per la manutenzione si prevede una spesa media annua di circa 150 mila euro! La manutenzione ordinaria, che dovrà essere eseguita per sempre, avrà un  costo che supera i 50 mila euro l'anno.
Non era meglio fare un ponte di barche oppure una struttura in ferro tipica della prima guerra mondiale? Scherzo ovviamente! Se chi ha autorizzato questa spesa avesse pagato con i soldi propri quasi sicuramente anzi senza quasi il progetto dell’opera sarebbe stato restituito con un biglietto di ringraziamento con l’aggiunta di un semplicissimo ” grazie ma non ci interessa”
Una terza opera monumentale sia per la struttura che per il costo è la Nuvola di Roma opera dell’archistar Massimiliano Fuksas.








 Vittorio Sgarbi che di arte se ne intende parlando dell’opera così’ la descrive:
“”I vasti spazi rettilinei hanno una freddezza ospedaliera e un monumentalismo funerario da sacrario più che da fiera, una estensione commemorativa di epoche e stili del passato che li assimilano a Redipuglia e rendono le presenze umane fantasmi come gli uomini magrittiani, allineati in militaresche processioni sulle pareti della Nuvola””!

Dimenticavo del costo: 467 milioni di euro pari alla cifra astronomica di circa 900 miliardi di vecchie lire!! E ciliegina sulla torta ""la Corte dei Conti giudicò la cifra milionaria dell’ onorario  all’archistar «al di là di ogni più estensivo riferimento alla tabelle professionali, eccessiva e sproporzionata""».

Insomma queste opere dovrebbero essere affidate più che a politici e loro amici a qualche persona che eccelle nella tirchieria non disgiunta da considerazioni sulla effettiva necessità di tali opere mostruose per via dei costi inizialmente forse accettabili, ma che alla fine risultano incredibilmente ed inaccettabilmente onerosi!

Nessun commento:

Posta un commento