OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

Cicerone:
(106 a.C. 43 a.C. )

"Le finanze pubbliche devono essere solide, il bilancio deve essere equilibrato, il debito pubblico deve essere ridotto, l'arroganza dell'amministrazione deve essere combattuta e controllata, e gli aiuti ai paesi stranieri devono essere ridotti affinché Roma non fallisca. Le persone devono ancora imparare a lavorare invece di vivere con l'assistenza pubblica. »


QUANTO E’ BELLA GIOVINEZZA CHE SI FUGGE, TUTTAVIA CHI VUOL ESSER LIETO SIA DI DOMAN NON V’è CERTEZZA

Donne e giovinetti amanti, viva Bacco e viva Amore! Ciascun suoni, balli e canti! Arda di dolcezza il core! Non fatica, non dolore!

Due strofe dal " trionfo di bacco ed arianna" di LORENZO de' medici



IL ""MIO DIARIO"" SI E' TRASFERITO ALTROVE

SE VUOI ASCOLTARE LE CANZONI E LE ROMANZE DI UNA VOLTA CLICCA SU

lunedì 5 gennaio 2015

Carissimi evasori in attività di servizio e / o  in pectore,

vorrei darvi una buona notizia che forse vi è sfuggita in quanto occupati nei festeggiamenti di fine anno.
Da ora in avanti non rischiate più il carcere per evasione o frode fiscale sempre che osserviate alcune procedure.
L’emissione di fatture false che – teoricamente – vi avrebbe spedito in carcere per un soggiorno da 18 mesi a 6 anni verrà sanzionato con una multa sempre che le fatture non superino i 1.000 euro. Nel provvedimento non si precisa se la somma delle fatture false non debba superare i 1.000 euro o  se sono ammesse diverse fatture false da 1.000 euro ciascuna. Nel dubbio pro reo! Quindi datevi da fare ! L'agevolazione riguarda anche chi le fatture false le riceve.
Se avete omesso i versamenti dell’IVA e / o delle ritenute certificate per un importo superiore ai 50.000 euro non vi dannate l’anima, ora potete arrivare tranquillamente a 150.000, quindi fatevi un po’ di calcoli e vedrete che tutto sommato questo provvedimento vi gioverà. Sicuramente non sarà più come una volta, infatti prima di questo provvedimento  il dichiarante infedele al fisco veniva punito -  teoricamente -  con la reclusione da uno a tre anni, mentre ora conserverà addirittura la fedina penale pulita.
Vi era anche nel provvedimento del governo forse ritirato, un articoletto, il 19 bis, che prevedeva una semplice multa e non il carcere con le pene accessorie per chi avesse evaso il fisco nella misura del 3% dell’imponibile evaso anche in caso di frode fiscale. Per un governo che sbandiera ai quattro venti misure energiche per la lotta all’evasione mi pare che un favore di tale portata agli evasori sia proprio in netto contrasto con i roboanti annunci bellici.
Sorvoliamo per carità di patria sul fatto che un tale provvedimento se passasse o fosse passato avrebbe cancellato  ogni condanna nei confronti di Silvio Berlusconi. C’era o non c’era questo codicillo nei famosissimo e fumosissimo patto del Nazareno?.
Un’ ultima considerazione. L’articolo 19 bis del provvedimento del Consiglio dei Ministri è stato scritto da un fantasma. Non si appalesa lo scrittore che nella con fusione giustificata della vigilia del  Santo Natale ha inserito questo articolo in favore dei frodatori del fisco anche se già condannati per questo reato. Consiglierei a Renzi di chiedere l’intervento di qualche valido ghost hunter per la bonifica della sala.

Purtroppo come si vede alcune cosette accadono ancora ad insaputa di dovrebbe sapere!

Nessun commento:

Posta un commento