OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

QUANTO E' BELLA GIOVINEZZA CHE SI FUGGE TUTTAVIA !
CHI VUOL ESSER LIETO SIA DI DOMAN NON V'è CERTEZZA

SEZIONE DEDICATA AL MIO DIARIO, SE VUOI CONSULTARLA CLICCA SU:


SE VUOI ASCOLTARE LE CANZONI E LE ROMANZE DI UNA VOLTA CLICCA SU

mercoledì 6 agosto 2014

CORTOCIRCUITO


Oggi è stato proclamato lo stato di recessione tecnica. Siamo in rianimazione, ma il primario ci dice che guariremo, dobbiamo dargli fiducia e se siamo recalcitranti se la prende !
In Italia non ci sono soldi da spendere, quindi le merci non si producono, le imprese chiudono o si trasferiscono in Polonia oppure in Croazia, lo Stato incassa di meno e se non riduce sensibilmente le spese il futuro da nebuloso diventerà tempestoso.
Ridurre le spese, Cottarelli o non Cottarelli, significa ridurre le prestazioni che lo Stato fornisce nella sanità e nelle pensioni,lasciando intatte le consulenze ed i privilegi per i soliti noti. Ciò comporta ancora una tosatura nelle già esangui italiche tasche, ovviamente quelle del ceto medio che ha davanti a se una strada terribilmente in discesa che in poco tempo lo farà approdare nella zona della povertà più o meno grave.
Il governo dovrebbe fare qualcosa oltre a raccontare favole e darsi scadenze del tutto inverosimili, quasi temerarie. Cosa fare? Spendere dei soldi! Dove prenderli se la nostra cara Europa ci stritola con in suoi demenziali parametri?
I cittadini non spendono, le imprese non producono, lo Stato non incassa, il debito pubblico aumenta a vista d’occhio, lo spread torna a salire cancellando i previsti benefici derivanti dal minor costo degli interessi che lo Stato deve pagare e quindi lo scenario è semplicemente fosco !
Noi cerchiamo di scrivere un paragrafo della nostra costituzione per la trasformazione del senato in un dopolavoro di consiglieri regionali che a protezione delle probabili traversie si trasferiranno nel senato per godere dell’immunità e di qualche lauto rimborso spese. Il nostro Duce comincia a mettersi in rotta di collisione con alcuni personaggi del suo entourage, decisionista e logorroico, mentre…..sul ponte sventola bandiera bianca!
Prima del senato si dovrebbe parlare di economia. Come e con chi? Non si sa ! Ora facciamoci le vacanze in santa pace, lasciamo che Padoan profetizzi negativamente sul nostro futuro e poi a settembre si vedrà.
Si pensa di spostare il prelievo fiscale dagli stipendi e pensioni per posizionarlo sui consumi, ma i progettisti non hanno studiato il principio dei vasi comunicanti. La somma algebrica tra la maggiore entrata e la maggiore spesa per i prodotti tassati è pari allo zero !

La cravatta che ci strangola è rappresentata dall’economia debolissima con una moneta fortissima. La soluzione? Domandatela ad un ragioniere che si è appena diplomato con poco più della sufficienza. Inserire la politica in una formula matematica genera solo una colossale confusione e produce sicuramente disastri nella vita dei……..sudditi!

Nessun commento:

Posta un commento