OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

venerdì 8 giugno 2018

LE  PRIME  CRITICHE.....COSTRUTTIVE!!


Una cosa che non avrei voluto fare è difendere Giuseppe Conte da attacchi sconclusionati ed offensivi a partire da  quello a lui rivolto dal cattolicissimo e mite Graziano Delrio allorquando gli ha gridato “ Piersanti Mattarella, si chiamava il fratello del Presidente della Repubblica”. Il neo Presidente del Consiglio nelle sue dichiarazioni alla camera aveva indicato il fratello di Mattarella come “ congiunto “. E che mai sarà una tale indicazione? Ha forse usato una parola più…diluita come “ parente “? E se pure fosse? Inoltre sempre il prolifico politico DEM ( nove figli dal 1980 ad oggi ) ha invitato Giuseppe Conte a non fare il pupazzo in mano ai partiti. Delrio forse è convinto che i suoi amici presidenti del consiglio siano stati immuni dalle sollecitazioni dei loro segretari di partito e da quelli degli alleati di turno dicendo loro alla bisogna “ fatevi i fatti vostri e lasciateci lavorare” ?
E passo ad un altro ex magistrato scrittore Gianrico Carofiglio che nella trasmissione “Otto e  mezzo” su La7 di un paio di giorni por sono, ha detto di avere inviato un twitter a Giuseppe Conte per chiedergli indovinate cosa ? “ scusi lei è fascista o antifascista” ? Questa domanda è sintomatica del clima che i vari professoroni stanno instaurando nei confronti di Conte e del nuovo governo. Ma che c…o di domanda è mai questa? E che tipo di risposta si attendeva lo scrittore ex magistrato? Sì, sono fascista ? Ma se anche gli pseudo fascisti o quelli conclamati negano di esserlo? Forse il Carofiglio voleva fare un scoop!
Costoro non hanno fatto tesoro delle italiche vicende allorquando si prese a dileggiare Silvio Berlusconi ( non è che non ce ne fosse motivo ) dividendo gli italiani in berlusconiani ed anti berlusconiani. Si sa bene poi che la maggioranza sia pure risicata del popolo italiano è di destra e quindi si prese a difendere un indifendibile e ce lo siamo trovati per quasi un….altro ventennio !! Occorre certamente criticare le azioni che il nuovo governo e la nuova maggioranza intendono portare avanti. Si devono criticare i provvedimenti illustrandone la pericolosità sia in patria che altrove, ma mai portando argomenti fatui come il colore della maglieria intima!!!!
Ora credo che i giallo – verdi possano essere tutto meno che “fascisti “ sono populisti con varie gradazioni. I loro denigratori temono che il loro governo – i cui provvedimenti devono essere votati in parlamento e firmati dal Capo dello Stato –possa far bene facendo rimpiangere i precedenti che tanto bene non hanno fatto se gli elettori li hanno severamente puniti!

Nessun commento:

Posta un commento