OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

La moralità non è propriamente la dottrina del come renderci felici, ma di come dovremo diventare degni di possedere la felicità. (Immanuel Kant )


Cicerone:
(106 a.C. 43 a.C. )

"LE FINANZE PUBBLICHE DEVONO ESSERE SOLIDE, IL BILANCIO DEVE ESSERE EQUILIBRATO, IL DEBITO PUBBLICO DEVE ESSERE RIDOTTO, L'ARROGANZA DELL'AMMINISTRAZIONE DEVE ESSERE COMBATTUTA E CONTROLLATA, E GLI AIUTI AI PAESI STRANIERI DEVONO ESSERE RIDOTTI AFFINCHÉ ROMA NON FALLISCA. LE PERSONE DEVONO ANCORA IMPARARE A LAVORARE INVECE DI VIVERE CON L'ASSISTENZA PUBBLICA.


La dittatura perfetta avrà sembianza di democrazia. Una Prigione senza muri nella quale i prigionieri non sogneranno di fuggire. Un sistema di schiavitù dove, grazie al consumo e al divertimento, gli schiavi ameranno la loro schiavitù. Aldous Huxley

Le regole di maggioranza funzionano solo se si considerano anche i diritti individuali: non si possono avere cinque lupi e una pecora che votano su cosa cucinare per cena. (Larry Flynt)

NON E' UNA COLPA DESIDERARE UN ATTIMO DI PACE ALMENO AL TRAMONTO DELLA VITA. ( JOHN LE CARRE' )

Quando a causa degli anni

non potrai correre, cammina veloce.

Quando non potrai camminare veloce, cammina.

Quando non potrai camminare, usa il bastone.

IL MEGLIO E' NEMICO DEL BENE!!

CONTRA FACTUM NON VALET ARGUMENTUM !!!


QUANTO E’ BELLA GIOVINEZZA CHE SI FUGGE, TUTTAVIA CHI VUOL ESSER LIETO SIA DI DOMAN NON V’è CERTEZZA



SE VUOI ASCOLTARE LE CANZONI E LE ROMANZE DI UNA VOLTA CLICCA SU



PROPOSTE DI CUCINA DAL WEB ( per conoscerle cliccaci su )


martedì 5 ottobre 2021

 

ELEZIONI ED ERUZIONI 

C’è un vecchio adagio foggiano che recita: ” simm asciut cu palie e sim turnate c’a mazz “ che in italico idioma suona così: siamo usciti col palio e siamo tornati con l’asta! Proprio così! Prima della tornata elettorale i centrodestristi  proiettavo le loro aspettative nel segno della vittoria sull’85% delle competizioni. Io sono bravissimo, tu sei bravo, tu sei guarito dagli esiti del covid, insomma chi per un motivo chi per un altro non mettevano in alcun modo la discussione. Si va a votare ( pochi sicuramente perché disgustati dai consuntivi e dalle promesse ) e viene fuori un quadro molto discostante da quello previsto. Nessuno può dirsi soddisfatto, anzi alcuni si battono il petto e pensano di riorganizzarsi per le prossime elezioni. Nel centro destra vi sono tre partiti importanti: Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia. Ognun per sé e Dio per tutti. I loro capi non hanno compreso - per ragioni di bottega – che ogni competizione richiede il così detto “ gioco di squadra “ mentre loro andavano ognun per proprio conto anche se ripetevano ad ogni piè sospinto di essere una squadra che “scendeva in campo” Proprio questa metafora ci dice che si può, vincere, pareggiare o perdere ed è proprio questa ultima evenienza ha contraddistinto la “ discesa in campo “ della squadra senza allenatore. Vi è poi una considerazione da fare: non si sono proposti personaggi di grande carisma e perché no di grande simpatia ricorrendo a figure quasi esterne denunciando il fatto che non si trovava una figura interna carismatica che,  per programmi o anche per simpatia professionale, fosse in grado di convogliare su di sé o sul partito il minimo sindacale di preferenze. Anche una persona di men che mediocre intelligenza capisce che il centro destra se vuol vincere le elezioni deve per lo meno federarsi e eleggere un capo riconosciuto e valido, pronto a spendere ogni energia per raggiungere gli obiettivi. Silvio ha la mia età ( ed io non i suoi soldi ) e non credo possa disporre delle energie richieste per la reale conduzione della congrega, dovrebbe lasciare il posto ad un delfino ( ammesso che ce ne sia uno ) e fare il padre nobile pronto a dare i giusti consigli. Purtroppo tutti vogliono comandare o estromettere a scapito della colazione di centro destra che tutti reputano essere la parte preminente dei nostri connazionali! In un pollaio dove ci sono più galli l’alba non  nasce mai. ( ognuno la fa nascere quando crede )!

 

Passo alla “ ERUZIONE “

 

Siamo a Roma  e forse si sta avverando e non da poco la metempsicosi ossia la trasmigrazione dell'anima, in particolare alla sua reincarnazione dopo la morte. Si è reincarnato Nerone ? Nel 64 d.c. scoppiò a Roma un devastante incendio attribuito alla pazzia di Nerone che nel vedere alte le fiamme suonava la sua cetra ! Roma ha una dimestichezza con reiterati incendi, alcuni di modesta proporzione, altri invece devastanti. Negli ultimi anni si son visti autobus cittadini bruciare come fuochi fatui. ( credo ben 57 ) Il conducente se ne avvede, frena il veicolo, cerca l’estintore e tenta lo spegnimento. In ogni caso il veicolo è perso! Questi incendi capitavano un po’ qua ed un po’ là. Ieri l’incendio è scoppiato in un deposito di autobus cittadini alimentati a metano, incendio che ha preso fuoco, a quanto si apprende, da un autobus vecchiotto e fuori servizio. La mia domanda: come fa un autobus ad incendiarsi da solo? E’ forse un bosco o una pineta che si auto incendiano? Cosa questa a cui non credo anche perché i piromani non “ professionali “ sono stati presi e….rilasciati con la promessa di non farlo più!!!!!!

Due giorni or sono si è incendiato distruggendosi  il ponte di ferro dell’Industria a Roma, ponte in ferro che si è sciolto come il burro. Chi è mai stato a compiere un simile scempio? Un semplicissimo fornellino acceso in una baracchina sotto al ponte! Incredibile, ma pare che a Roma tutto viene permesso a focolai veri o presunti purchè nella notte si alzino elevate le fiamme ! 

Accidere ex una scintilla incendia passim:

A volte da una sola scintilla scoppia un incendio (Lucrezio, De rerum natura libro V). 

Sarà vero? Nel frattempo spegniamo le fiamme e dedichiamoci alla riparazione delle buche ed alla eliminazione dei cinghiali!

PS. A Milano nessun ponte si incendia e nessun autobus cittadino emula i suoi colleghi romani! Non ci sono cinghiali e pochissime le buche. La nettezza urbana funziona egregiamente così anche la metropolitana! Ah sì….. Milan l’è un gran Milan!

 

Nessun commento:

Posta un commento