OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

La moralità non è propriamente la dottrina del come renderci felici, ma di come dovremo diventare degni di possedere la felicità. (Immanuel Kant )


Cicerone:
(106 a.C. 43 a.C. )

"LE FINANZE PUBBLICHE DEVONO ESSERE SOLIDE, IL BILANCIO DEVE ESSERE EQUILIBRATO, IL DEBITO PUBBLICO DEVE ESSERE RIDOTTO, L'ARROGANZA DELL'AMMINISTRAZIONE DEVE ESSERE COMBATTUTA E CONTROLLATA, E GLI AIUTI AI PAESI STRANIERI DEVONO ESSERE RIDOTTI AFFINCHÉ ROMA NON FALLISCA. LE PERSONE DEVONO ANCORA IMPARARE A LAVORARE INVECE DI VIVERE CON L'ASSISTENZA PUBBLICA.


La dittatura perfetta avrà sembianza di democrazia. Una Prigione senza muri nella quale i prigionieri non sogneranno di fuggire. Un sistema di schiavitù dove, grazie al consumo e al divertimento, gli schiavi ameranno la loro schiavitù. Aldous Huxley

Le regole di maggioranza funzionano solo se si considerano anche i diritti individuali: non si possono avere cinque lupi e una pecora che votano su cosa cucinare per cena. (Larry Flynt)

NON E' UNA COLPA DESIDERARE UN ATTIMO DI PACE ALMENO AL TRAMONTO DELLA VITA. ( JOHN LE CARRE' )

Quando a causa degli anni

non potrai correre, cammina veloce.

Quando non potrai camminare veloce, cammina.

Quando non potrai camminare, usa il bastone.

IL MEGLIO E' NEMICO DEL BENE!!

CONTRA FACTUM NON VALET ARGUMENTUM !!!


QUANTO E’ BELLA GIOVINEZZA CHE SI FUGGE, TUTTAVIA CHI VUOL ESSER LIETO SIA DI DOMAN NON V’è CERTEZZA



SE VUOI ASCOLTARE LE CANZONI E LE ROMANZE DI UNA VOLTA CLICCA SU



PROPOSTE DI CUCINA DAL WEB ( per conoscerle cliccaci su )


martedì 14 settembre 2021

 

SALSA   ALLA  ""NICCOLO’ PAGANINI"" 

INGREDIENTI: CIPOLLA CAROTA E SEDANO: 100 GR. IN TUTTO – PETTO DI TACCHINO: TRE FETTINE SOTTILISSIME E PICCOLISSIME – POMODORI SECCHI SOTT’OLIO: SETTE – PASSATA RUSTICA “DELIZIA DEL SOLE “: 750 gr. – FUNGHETTI ALLA PAESANA SOTT’OLIO CARREFOUR: 200 GR. – OLIO EVO: SEI CUCCHIAI – PEPERONCINO FRESCO: CINQUE PEZZETTI – ZUCCHINA: UNA META’ – ORIGANO: UN’IDEA – SALE E PEPE: QB. 

Non è che mi sia montata la testa intitolando questa sala alla “Niccolò Paganini” l’ho fatto solo perché il celeberrimo violinista non usava ripetere le sue suonate. Questa salsa è stata “ composta “ utilizzando tutte le cose che dormivano sonni lunghi e riposanti nel mio frigo o nella mia credenza e che sarebbe difficile ritrovarli tutti insieme! Modestia a parte il risultato sarebbe stato apprezzato dal celebre violinista. Bando alla ciance e comincio con il mio racconto!!

Ho tritato appassionatamente e contemporaneamente gli odori e le tre fettine piccolissime e sottilissime di tacchino svegliandole da un sono di un paio di giorni. Ho adagiato il trito in una pentolina dove avevo messo l’olio  ed ho cotto per cinque o sei minuti a fuoco moderato, ho aggiunto i pomodori secchi sott’olio che riposavano nella mia credenza e la zucchina ridotta in piccolissimi dadi ed o continuato la cottura sempre a fuoco moderato. A questo punto ho sfumato con un po’ di vino bianco secco e quando è evaporato ho aggiunto la passata rustica. Ho salato e pepato. Ho continuato la cottura per quindici minuti ancora a fuoco moderatissimo, come si vede nel video seguente. 



Ho aggiunto il peperoncino fresco e dieci minuti prima di spegnere il fuoco ho scolato i funghetti dall’olio di conserva e li ho aggiunti alla salsa a pentolina scoperta per addensarla. Raggiunta la densità desiderata ho messo un’idea di origano. Con questa salsa ho condito dei rigatoni spolverizzandoli con una generosa manciata di grana.

venerdì 10 settembre 2021

 

RAGU’ DI MOSCARDINII

INGREDIENTI: MOSCARDINI: 400 GR. – SEDANO, CAROTE E CIPOLLA TRITATI: 150 GR. – UNA COSTA DI SEDANO, UNA CAROTA MEDIOGRANDE, MEZZA CIPOLLA DORATA - OLIO EVO: SEI CUCCHIAI – PASSATA RUSTICA DI POMODORO: 700 GR. – BRODO DI MOSCARDINI: DUE MESTOLI SCARSI – CONCENTRATO DI POMODORO: UN CUCCHIAIO RASO – UN GOCCIO DI VINO ROSSO -  SALE E PEPE: QB -  ALLORO: DUE O TRE FOGLIE. 

Spellare i moscardini eliminando le interiora, il becco e gli occhi. Porre al fuoco una pentola con acqua normalmente salata alla quale si aggiungeranno la costa di sedano, la carota e la mezza cipolla nonché due foglie di alloro e portare ad ebollizione dopo di che aggiungere i moscardini i cui tentacoli saranno stati divisi dalle rispettive sacche. Cuocere a fuoco moderato per quaranta minuti, dopo di che scolarli e lasciarli raffreddare. Porre al fuoco una casseruolina con i sei cucchiai di olio evo e subito dopo le verdurine tritate, rimestare e cuocere a fuoco moderato per cinque o sei minuti. Bagnare con un pò di brodo di moscardini. Aggiungere i moscardini con i tentacoli ben separati e le sacche ridotte in piccoli anelli. Rimestare, salare e pepare e subito dopo aggiungere un goccio di vino rosso ed un mestolino di brodo di moscardini. Cuocere ancora per un paio di minuti dopo di che aggiungere la passata rustica di pomodoro e dopo un paio di minuti unire il concentrato di pomodoro. Cuocere a fuoco moderato per trenta minuti, rimestando spesso e lasciare che la salsa si rapprenda un pò. Con questa salsa condire pasta fresca tipo spaghetti alla chitarra facilmente reperibili nei supermercati. Sulla pasta condita aggiungere poco, prezzemolo tritato fresco.

giovedì 2 settembre 2021

 SALSA AL TONNO

 

INGREDIENTI: TONNO- UN VASETTO DA 100 GR. DI RIO MARE ED UNA CONFEZIONE DI TONNO AS do MAR da 70 gr – POMODORI PELATI: DUE SCATOLI DA 400 GR. – POMODORI SAN MARZANO: CINQUE – OLIO EVO: SEI CUCCHIAI – SEDANO TRITATO: CINQUE CUCCHIAI – AGLIO: UNO SPICCHIO – PEPERONCINO FRESCO: UN CUCCHIAINO – SALE E PEPE : QB.

 

In una casseruola versare l’olio, il sedano e lo spicchio di aglio spremuto e soffriggere per cinque minuti dopo di che aggiungere l’olio che si trova nel vasetto di tonno Rio Mare. Nel frattempo sbollentare e pelare i pomodori San Marzano. Frullare per pochi istanti i pomodori appena pelati insieme a quelli in scatola e versare il tutto nel soffritto. Aggiungere il peperoncino se lo si ama! Cuocere a fuoco medio per una ventina di minuti facendo in modo che il sugo si condensi un poco. Sfaldare con un forchetta i filetti di tonno Rio Mare e versarli nella salsa, rimestare cuocere per altri quindici minuti sempre a fuoco medio. Regolare di sale e pepe e pochi minuti prima di spegnere versare nel sugo l’altro tonno As do Mar prelevandolo con una forchetta. Spegnere dopo cinque minuti, non di più, perché si vuole sentire il sapore dei pezzetti di tonno apprezzandone la consistenza. Condire ottimi rigatoni Garofalo e bere un bel calice di vino bianco

martedì 24 agosto 2021

 SI DICEVA DI  DONALD TRUMP E DI  JOE MBIDEN?

Ah les Italiens ! Non so chi l’abbia pronunciata per primo, ma credo che voglia dire: imprevedibili, incomprensibili, capaci del meglio e del peggio!

Ora potremo ridirla parlando degli americani: Ah les Americans ! ( e per farglielo capire anche a loro): Ah the Americans!

Pensavo tra me e me a quante volte gli americani abbiano vinto guerre ed esportato la “ loro “ democrazia! Loro ne hanno vinta una sola, dopo lo smacco di  PEARL HARBOUR  infliggendo al nemico del Sol Levante una atroce sconfitta arrivata dal cielo con le bombe atomiche, sganciate da Enola Gay bombardiere B-29 Superfortress, la prima su Hiroshima e poi Nagasaki. La prima comprensibile nella sua atrocità, mentre la seconda assolutamente no tanto che mi meraviglio ancora oggi come i responsabili non siano stati indagati e condannati per crimini di guerra. In Europa furono decisivi solo i bombardamenti non solo sugli obiettivi militari ma anche sulle popolazioni civili, Io ero a Foggia, medaglia d’oro al valor militare, distrutta causando ben ventiduemila morti! Dopo questi esordi bellici cosa mai hanno fatto Les Americans? Sono andati in Corea e sono scappati realmente, poi hanno fatto visita al Wietnam ed anche lì non è andata bene, anzi! Per non farsi mancare nulla sono venuti nel Mediterraneo per destabilizzare la Libia, mandando all’altro mondo il colonnello Mu'ammar Gheddafi. Avanzavano un po’ di…fucili e sono andati in Iraq liberando non so da che cosa quella nazione spedendo al loro creatore Saddam Hussein. Per vendicarsi della tragedia dell’11 settembre sono andati in Afghanistan utilizzando armi ed uomini per arrivare a fuggire anche da quel paese lasciandolo preda dei talebani regalando loro armi e bagagli vale a dire armi, munizioni, elicotteri e blindati. Se non è una fuga questa ditemi che cos’è! Ed ora dovranno anche cedere all’ultimatum del talebani che pretendono che gli americani lascino il paese entro il 31 agosto p.v. Gli americani cercano di imbarcare quanti più occidentali sui voli della speranza. E dei poveri Afghani che hanno creduto e collaborato con gli americani a qualsiasi titolo non se ne curano se non con qualche episodio per dire che stanno facendo tutto il possibile. Care popolazioni ancora sottomesse diffidate dell’aiuto americano, loro faranno sempre i propri interessi e voi rimarrete soli, sconsolati e distrutti come la storia del passato e recente insegna!

Cosa dicevo io il 24 di Agosto sugli Stati Uniti d’America e del suo presidente Joe Biden? Ecco la testata di due articoli di oggi , 26 agosto 2021, su Dagospia:


IL VERO REGALO DI BIDEN AI TALEBANI È LA CREDIBILITÀ INTERNAZIONALE - INVIANDO IL DIRETTORE DELLA CIA A KABUL PER IMPLORARE IL MULLAH BARADAR DI PERMETTERE AGLI OCCIDENTALI DI RIMANERE OLTRE IL 31 AGOSTO (MISSIONE MISERAMENTE FALLITA), GLI STATI UNITI HANNO LEGITTIMATO DEFINITIVAMENTE I BARBUTI FONDAMENTALISTI - LAPIDERANNO LE DONNE? FARANNO TORNARE AL QAEDA? CHI SE NE FREGA: LA PRIORITÀ È FARE I PROPRI INTERESSI E NON AVERE GRANE. E MENO MALE CHE “SLEEPY JOE” PROMETTEVA “AMERICA IS BACK” 

ED ANCORA:

 

"BIDEN HA DECISO DI LASCIARE L'AFGHANISTAN PER INSEGUIRE UNO SLOGAN ELETTORALE" - L'EX CAPO DI STATO MAGGIORE DELL'ESERCITO BRITANNICO, LORD DANNATT, BASTONA IL PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI PER AVER PRESO UNA DECISIONE CHE HA "POCO SENSO STRATEGICO", E CHIEDE CHE VENGA APERTA UN'INCHIESTA "SUL PROCESSO" CHE HA PORTATO AL RITIRO - SECONDO IL MILITARE, INOLTRE, LA PARTENZA CAOTICA DA KABUL DANNEGGERÀ LA REPUTAZIONE DELLA NATO...


 

PASTA AL FORNO….CON QUEL CHE C’E’ 

TEMPO: 60 MIN. – DIFFICOLTA’: FACILE – DOSI PER DIVERSE PERSONE

 

QUEL CHE C’ERA: PASTA MISTA FUSILLI E RIGATONI: 700 GR. – RESIDUO DI RAGU’ CON LE PUNTINE DI MAIALE CON AGGIUNTA DI SALSA ALLE VERDURE COMPERATA – RESIDUO DI PESTO ALLE ZUCCHINE: TRE CUCCHIAI – SALAME CAMPAGNOLO: DIECI FETTINE – MOZZARELLA: DUE DA 125 GR. -ZUCCHINA TONDA: 350 GR. – FORMAGGIO GRANA: 40 GR.- UOVA SODE: DUE

PER IL RAGU’

In una casseruolina versare un filo di olio ed, in parti uguali due o tre cucchiai di cipolla e sedano in piccolissimi pezzi. Lasciar appassire e subito dopo aggiungere due o tre pezzi di puntine di maiale. Continuare la cottura per una decina di minuti dopo di che aggiungere un pizzichino di semi di finocchio ed un cucchiaino abbondante di sale, sfumare con un goccio di vino rosso ,dopo di che aggiungere un cucchiai di concentrato di pomodoro e due barattoli di polpa di pomodoro ed infine due o tre pezzetti di peperoncino piccante. Cuocere a fuoco lento per un paio di ore.

 

PER IL PESTO

In un frullatore mettere una zucchina di 200 grammi, un filo d’olio ed un cucchiaio abbondante di parmigiano ed un pizzico di sale. Frullare aggiungendo ancora poco olio fino ad ottenere una crema compatta e fluida, più o meno come una besciamella morbida.

PROCEDIMENTO:

Affettare la zucchina utilizzando la mandolina e versarla in una zuppiera, salare, pepare e condirla con il pesto. Cuocere la pasta scolandola al dente. In una teglia alta da forno versare la pasta, precedentemente condita con un paio di mestolini di ragù in modo da formare un primo strato sul quale versare parte della mozzarella affettata, il salame e parte delle uova sode stemperate con i rebbi di una forchetta ed infine aggiungere uni strato di zucchine condite con il pesto e su tutto una bella spolverata di grana padano. Ripetere gli strati conditi fino ad esaurimento concludendo con la pasta e su questa il resto del ragù ed una spolverata di grana. Infornare in forno ventilato a 180 gradi per 25 minuti.

 

 

lunedì 26 luglio 2021

 

PACCHERI AL SUGO DI TONNO

 

INGREDIENTI: TONNO IN VASETTO: 200 GR. – POLPA DI POMODORO: DUE BARATTOLI DA 400 GR. – MEZZA CIPOLLA ROSSA MEDIA – UNO SPICCHIO DI AGLIO IN CAMICIA – UN BEL PEPERONCINO FRESCO – OLIO EVO: SEI CUCCHIAI – PACCHERI 100 GR. 

TEMPO 40 MIN. – DIFFICOLTA’ – FACILE – DOSI PER UNA PERSONA

La prima cosa da dire è che questa ricetta è per una persona per quanto riguarda la pasta (forse un po’ troppa, ma oggi avevo fame) mentre il sugo può essere utilizzato per una decina di porzioni; del resto non si può cucinare un sugo per una sola persona. La parte eccedente  la si può conservare in frigo o in freezer.

In una pentolina versare l’olio, la cipolla finemente tritata, lo spicchio di aglio in camicia ed il peperoncino ( quello fresco, verde ed abbastanza lungo ) tagliuzzato. Appena si avverte il classico profumino aggiungere la polpa di pomodoro e cuocere a fuoco moderato per circa 30 minuti. Salare e subito dopo aggiungere i filetti di tonno spezzettati molto grossolanamente. Cuocere per una decina di minuti e se è avanzato un pò di peperoncino aggiungerlo secondo il grado di gradimento del piccante. Il tonno in vasetto è quello con filetti all'inpiedi e non quello con polpa più o meno integra.

lunedì 12 luglio 2021

 

I SUDDITI DI SUA MAESTA’ 

L’impresa per i sudditi di sua maestà era quasi impossibile. Tutto il mondo civile tifava contro i tre leoni. Mai come la Brexit ha fotografato il momento storico della perfida Albione. Questo campionato d’Europa è stato cucito addosso agli inglesi per far sì che vincessero la coppa alla presenza di 60.000 sudditi di sua maestà e soltanto 6.000 italiani per non contare poi le tantissime partite giocate a Wembley. Il principe ereditario William, affabilmente e democraticamente ha detto  IT’S COMING HOME ma sua Altezza Reale ha sbagliato solo di una lettera non HOME bensì ROME!! 


Le istitutrici reali quando accompagnano a letto i principini raccontano loro una favola che comincia così: tanto, tanto tempo fa vi era una coppa europea di calcio che si tentava inutilmente di portare nel Regno Unito grazie agli aiuti compiacenti di arbitri generosi,ma di fronte ai puffi  azzurri non ci fu nulla da fare!

I tifosi di sua maestà hanno dato prova di enorme inciviltà e violenza del resto gli hooligans sono nati cresciuti e pasciuti in Gran Bretagna. Poco prima della partita alcuni delinquenti hanno tagliato e calpestato la nostra bandiera, altri hanno esibito quello che hanno: un bel sedere in cui altri colleghi hanno infilato un fumogeno ( forse presagendo il risultato finale )!Altri ancora si sono denudati in pubblico esibendo quel poco che avevano da esibire.


All’inizio della partita il nostro inno nazionale è stato fischiato, ma la misura era colma ed il signor DESTINO li ha ripagati con la stessa moneta! Loro hanno segnato dopo 120 secondi per una fatalità e non ricordo altri tiri impressionanti, abbiamo tenuto testa per 120 minuti e poi li abbiamo sconfitti. BORIS JOHNSON che aveva promesso ai sudditi di sua maestà un giorno di festa come se fosse festa nazionale dopo la partita ha twittato “ E’ stato un risultato straziante ma Gareth Southgate e la sua squadra hanno giocato come eroi.””  E sia, ma se loro che hanno perso giocando da eroi, noi che abbiamo vinto abbiamo giocato da superman ??

Roberto Mancini prima della partita ha chiesto ai suoi di giocare per divertirsi, senza tensioni e credo che sia stata la chiave di volta, poi i nostri eroi hanno messo anima e corpo, cuore e cervello e sono tornati a casa da veri eroi. Roberto mancini si è preso giustamente quello che da giocatore non aveva mai preso, la squadra è compatta, giocano per proteggersi e predilige l’attacco, una vera e propria rivoluzione. Siamo ancora increduli e pian piano ci accorgeremo che siamo i più bravi d’Europa e della Gran Bretagna che si vanta di esserne fuori!



Grazie di cuore cari ragazzi, ci avete fatto grandi in 120 minuti!

Cari inglesi avete fatto: