OGNI POLITICA DOVRA' PIEGARE LE GINOCCHIA DAVANTI ALLA MORALE.
IMMANUEL KANT

giovedì 14 settembre 2017



IL  COLLANTE !



Ripartono i lavori del parlamento e ci si è buttati a capofitto su una legge la cui importanza oserei dire assolutamente ridicola. Si dovrebbe far capire che: de minimis non curat praeteor!   (il pretore non si occupa di cose di poca importanza ) I latini insegnano sempre!
La legge Fiano approvata alla Camera recita: «é vietata la propaganda, le immagini o i contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco, ovvero delle relative ideologie, anche solo attraverso la produzione, distribuzione, diffusione o vendita di beni raffiguranti persone, immagini o simboli a essi chiaramente riferiti, ovvero ne richiama pubblicamente la simbologia o la gestualità». Pena prevista: dai sei mesi ai due anni.
La norma appena citata confligge con l’articolo 21 della nostra Carta Costituzionale che al suo incipit recita: « Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.
Ovviamente la nostra costituzione vieta la ricostruzione del partito fascista già condannato dalla storia.
Ed allora, perchè Fiano si è dato tanto da fare ?
Una volta i partiti del così detto arco costituzionale erano cementati dall’antifascismo e dai valori della Resistenza, oggi il partito democratico in frantumi e  in dirittura d’arrivo verso il crash elettorale cerca un collante e si va scomodare il fascismo e quattro scalzacani che vogliono scimmiottare le marce e le adunate oceaniche. Coloro che vogliono combattere il governo o il partito democratico sono già arruolati tra i pentastellati e gli eredi di Alberto da Giussano! Altro che marce e saluti romani!
Ho sentito oggi l’onorevole Venini dire che la legge non punisce chi per nostalgia o per sentimenti particolari voglia tenere sulla scrivania il faccione di Benito o appesa alla parete di casa qualche gagliardetto della X MAS ma punisce “”la produzione, distribuzione, diffusione o vendita di beni raffiguranti persone, immagini o simboli a essi chiaramente riferiti”. Vorrei chiedere a Venini dove quando e come si potranno acquistare oggetti proibiti senza andare in galera!!!
Il partito democratico trova quindi il suo collante nel contrastare qualche abitudine non condivisa dalla stragrande popolazione italica !
La Boldrini si sveglia e dice che sarebbe opportuno cancellare l’iscrizione MUSSONILI e DUX dall’obelisco romano e sia, diamole ragione. E’ bene cancellare ogni riferimento al passato regime. Sono d’accordo con la signora Presidentessa della Camera dei deputati, ha ragione da vendere. Bene, allora cominciamo ad abbattere l’EUR, a chiudere i battenti dell’ INPS , ad allagare le paludi pontine ed altre piccole opere nate durante il bieco ventennio!
Ci vuole serietà e capacità di identificare i veri pericoli per la nostra malandata democrazia, pericoli che sono in primis la corruzione e la giustizia che arriva tardi, che in otto anni scrive appena qualche pagina di una sentenza e così via, senza ovviamente nulla togliere alla stragrande maggioranza di magistrati che lavorano bene anche rimettendoci la vita !

Volevo chiudere con Eja Eja Alala’ ma temo di essere arrestato ed allora vi lascio con un democratico augurio di una buona giornata a tutti, fascisti ed antifascisti!

Nessun commento:

Posta un commento